Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

A proposito di “Coalizione sociale”

Postato il 30 Aprile 2015 | in Italia, Lavoro Privato, Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

coalizione-sociale-asocialeI padroni si sono garantiti in modo indisturbato la gestione della crisi che è sotto gli occhi di tutti: licenziamenti di ogni tipo e di ogni dimensione, ristrutturazione dell’attività produttiva con una intensificazione dello sfruttamento del lavoro improntata a una rapidità che non ha precedenti, cancellazione di ogni tipo di diritti, non solo grazie all’iniziativa legislativa dei governi che si sono succeduti dal 2008 a oggi (Berlusconi, Monti, Letta, Renzi), ma anche per l’iniziativa diretta da loro stessi sviluppata nelle realtà aziendali. Col sindacalismo maggioritario che, nella sostanza, non ha mosso foglia, né per contrastare l’azione governativa, né per mettersi di traverso nel vivo dell’assalto alla condizione lavorativa.

Uno sguardo al passato più o meno recente

Landini nella Fiom c’era già prima di diventarne, nel 2010, il segretario generale, faceva parte del gruppo dirigente, al cui vertice all’epoca si trovava Rinaldini (che oggi è convinto supporter di Landini), e non brillava certo per radicalità di posizioni politico-sindacali e per rispetto del punto di vista dei lavoratori (lo sanno bene gli operai della Piaggio di Pontedera, i quali ricordano lo spirito compromissorio e antidemocratico con cui partecipava alle vertenze aziendali).

Leggi tutta l’analii nel documento in allegato:

coalizione sociale

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud