Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Le nostre richieste di chiarimento per l’assegnazione del beneficio regionale

Postato il 22 Luglio 2020 | in Sanità, Sindacato | da

9 Maggio 2020

In relazione alla vostra comunicazione del 7 maggio con allegato il Decreto n. 6396 del 4 Maggio 2020 e la prima elaborazione di dati utili per l’applicazione della Delibera D.G.R. n. 353/2020 facciamo presente quanto segue a riguardo la valorizzazione dei professionisti esposti a fattore di rischio :Il beneficio economico è esteso anche ai lavoratori:- interinali ex art. 59 CCNL che seguono il trattamento previsto per l’unità organizzativa dove si sono trovati ad operare. Attualmente non sono stati ancora inseriti in questa lista provvisoria e auspichiamo che siano inseriti celermente dopo l’intesa con le agenzie di lavoro interinale interessate . Si chiede quanti sono i professionisti interinali assunti in questa fase emergenziale per il comparto e la loro assegnazione nelle U.O.- operanti all’interno delle strutture del SSR ma in servizi esternalizzati quali pulizie, sanificazioni e altre attività svolte con rischio espositivo, come si vuole procedere nei loro confronti dopo accordi con la Dusman e che beneficio è previsto; La situazione dei tecnici della:-Riabiliatazione;-Laboratorio;-Radiologia;Il riconoscimento del rischio in fascia A o di un addendum anche per i Professionisti che hanno trattato pazienti sospetti in attesa di tampone sui percorsi tempo dipendenti e di emergenza che non sono stati considerati Covid come :SD NEUROANESTESIA; TERAPIE INTENSIVE E SUB; SALE OPERATORIE ; CHIRURGIA D’URGENZA DEGENZA ;NEURORADIOLOGIA ;SD ANESTESIA E RIANIMAZIONE MATERNO INFANTILE ; GINECOLOGIA ; MEDICINA IV (considerata non Covid ma gli operatori sono stati impegnati ad eseguire tamponi ai pazienti ogni giorno con DPI non adeguati);CENTRO TRASFUSIONALE;LABORATORI ANALISI NON COVID (che hanno trattato campioni covid)Altre aree in cui la positività del Paziente è stata diagnosticata nel corso della degenza con relativo trasferimento in area Covid.Non sono stati inseriti nell’elenco e chiediamo il perché della loro esclusione gli AUTISTI (impegnati nel trasporto di farmaci nelle U.O. anche all’Edificio 30, di reagenti reperiti in altri ospedali per i laboratori ed altro) e il Personale della MODULISTICA (impegnati nel trasporto campione nei reparti intensivi e non);La possibilità di estendere per il periodo degli incentivi anche il riconoscimento e l’estensione dell’indennità infettive previsto dall’art 86 comma 6 lettera C del CCNL ai professionisti esposti con pazienti covid e sospetti;Chi sono i professionisti esclusi dal beneficio e quindi considerati in Fascia D che non sono stati a contatto con pubblico o pazienti; Come inquadrate il bed menager che non ha avuto contatti diretti con i pazienti e quindi esposti al rischio come altri professionisti;Un riconoscimento differenziato e non nella stessa fascia per chi ha eseguito sopralluoghi tecnici nei reparti covid ma non sono stati a contatto diretto con il paziente;Se sarà applicato il punto 4 del medesimo Decreto; Gli interrogativi sono molteplici ma restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti in attesa di riscontro.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

I COBAS SCUOLA aderiscono alle manifestazioni indette da Priorità alla Scuola

giovedì 25 giugno alle ore 18.00

a PISA in Piazza dei Cavalieri

a PONTEDERA in piazza Garibaldi

Tag Cloud