Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Il “povero” capitale di Piketty tra c.d. “distribuzione” del reddito e disuguaglianze organiche all’economia capitalistica

Postato il 13 Febbraio 2015 | in Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

Capitale_Piketty_La fotografia è inconfutabile ma coglie solo i sintomi e non le cause del capitalismo del nuovo secolo che preferiamo dire del “vecchio secolo” e che anche in base a quello che descrive altro non è che “il Capitale del XX secolo” e non del “XXI secolo”.

Del libro di Marx – a cui forse si richiama di più e meglio Il Capitale dell’omonimo Marx Reinhard che infatti non si limita a descrivere ma critica il capitalismo e le ragioni del mercato – reca solo il titolo ma é assolutamente  mancante di qualsiasi critica del capitalismo.

Il “Capitale del XXI secolo” resta del tutto interno a quella che Gramsci Chiama e critica la le teoria del mercato determinato per cui oltre al resto e alla dimenticanza della merce – in primo luogo delle merce lavoro – e di che cosa è merce, in un mondo in cui trionfa la mercificazione e tutto diventa merce, come è nel metodo dell’economia politica liberale Piketty non tiene conto o non è in gradi farlo, di tutto quello che non rientra nella pura economicità: specialmente delle connessioni tra i vari aspetti puramente economici del capitalismo e del mercato, le forme e le  strutture di produzione e scambi, che si effettuano per il tramite di condizioni politiche  e istituzionali, in condizioni politiche e statali che danno luogo e hanno luogo sempre e irrefutabilmente in un “blocco storico” determinato.

Leggi tutto il documento di Schettino in allegato:

Sul Capitale d Piketty-di F.Schettino e nostra nota

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud