Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Meglio tardi che mai: la Consulta abbatte la Fini Giovanardi

Postato il 13 Febbraio 2014 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

La Corte Costituzionale ha azzerato la legge Fini-Giovanardi che equiparava droghe leggere e pensanti. Dopo anni di denunce e proteste, la Corte Costituziuonale riconosce la illegittimità di una legge che ha riempito le galere di uomini e donne per un reato che non dovrebbe essere punito con il carcere. Viene cosi’ ripristinata la vecchia legge Iervolino-Vassalli come modificata da referendum del ’93, che prevede pene piu’ basse per le droghe leggere e apre le porte del carcere a circa 10 mila detenuti senza poi parlare di chi potrà richiedere un nuovo processo con le vecchie norme dopo essere stato condannato a pene detentive pesanti.

Forse questa decisione della Conulta viene presa in un momengto drammatico per le carceri italiane che stanno letteralmente scoppiando provocando vari richiami all’Italia da parte dell’Ue e da associazioni umanitarie, ma qualunque sia lo scopo della decisione, non possiamo che essere contenti.

Rinviamo ad un articolo che spiega bene le conseguenze nefaste del proibizionismo:
http://www.radicali.it/rassegna-stampa/giustizia-l-effetto-allucinogeno-della-fini-giovanardi

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud