Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Le morti per il maltempo a Massa Marittima sono una strage annunciata non fatalità

Postato il 8 Ottobre 2013 | in Mondo, Scenari Politico-Sociali, Territori | da

Le piogge che hanno colpito la zona di Massa Marittima hanno provocato la esondazione del torrente Fratello e la morte di due persone. Gli allagamenti nella zona di Grosseto erano previsti dalla Protezione civile (sarebbe opportuno conoscere cosa sia stato fatto concretamente per mettere in sicurezza l’area e la popolazione ) ma hanno avuto un effetto devastante trascinando una macchina nel torrente dove padre e figlio hanno trovato la morte.

Ancora una volta siamo a contare le vittime e i danni a causa del maltempo, conseguenza della mancata messa in sicurezza i corsi d’acqua e strade. C’è una emergenza nel paese costituita dalla messa in sicurezza dell’ambiente dopo anni di devastazione, speculazione e grandi opere. Invece di spendere soldi inutili per la Tav, i nostri territori avrebbero bisogno di manutenzione e cura senza le quali anche la risorsa economica del turismo vien distrutta cancellando posti di lavoro e depauperando il territorio. Con la soppressione delle Province la sicurezza delle strade e dell’ambiente diventeranno ancora più importanti e restano, oggi più di ieri, una delle grandi emergenze che il nostro paese dovrebbe affrontare e non dimenticare.

Confederazione Cobas Toscana

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

26 marzo 2021

sciopero Cobas Scuola

presidio a Pisa

piazza XX settembre ore 10:00

Tag Cloud