Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Campagna Internazionale a sostegno dei lavoratori turchi della fabbrica tessile occupata e autogestita Kazova (Istanbul)

Postato il 29 Agosto 2014 | in Eventi | da

Dal 12 al 22 settembre 2014 i lavoratori Kazova saranno in Italia.

Il 16 settembre faranno tappa a Pontedera

La Kazova è una fabbrica tessile turca autogestita dai lavoratori.

Una storia emblematica, di resistenza ai soprusi padronali, una vertenza per il riconoscimento dei diritti e del salario ma soprattutto un’esperienza conflittuale e di riappropriazione, da parte operaia, della fabbrica e della produzione.

L’autogestione di stabilimenti in Italia è spesso il risultato di accordi con blocchi di potere economico, con le amministrazioni locali e la costituzione in cooperative non assume i connotati conflittuali ed egualitari, ma è lo strumento con cui si scaricano sui lavoratori oneri e compiti continuando con un’organizzazione del lavoro e una gestione interna del personale tipica del lavoro sotto i padroni.

La lotta della Kazova assume quindi connotati antagonisti al modo di produzione capitalistico e rimette al centro gli operai che hanno la prima e l’ultima parola su ogni decisione che conta.

Per questo organizziamo un dibattito a Pontedera il 16 settembre alle ore 21 presso la sede cobas di via Pisacane, ospitando direttamente gli operai tessili della Kazova che ci parleranno della loro esperienza di lotta.

Ma per noi resta di fondamentale importanza il convolgimento delle Rappresentanze sindacali unitarie della valdera, dei lavoratori e delle lavoratrici per costruire insieme percorsi di solidarietà attiva, un’occasione di confronto tra lavoratori, finalizzato a rimettere in discussione l’organizzazione capitalistica del lavoro che produce sempre più sfruttamento, precarietà e alienazione.

I lavoratori della Kazova stanno dimostrando che di fronte alla chiusura della propria fabbrica non esiste solo la strada della rassegnazione o del ritorno a casa ma esiste quello della lotta. Per questo la loro presenza in Italia sarà un interessante momento di confronto anche con chi ha avviato pratiche di occupazione, autogestione e recupero del proprio luogo di lavoro di fronte alla chiusura imposta dai padroni.

L’esperienza di questi lavoratori mette al centro il problema fondamentale, che sta alla base dello sfruttamento: Produrre sì, ma per chi e per che cosa?

Segui, sostieni, aderisci e partecipa attivamente a questa Campagna.

Le realtà che coordinano a livello nazionale:
Areglobale, Lavoratori autoconvocati contro la crisi
Clash City Workers
Confederazione cobas Pisa

A Pontedera partecipano all’iniziativa anche Rifondazione Comunista e Partito Comunista e le adesioni sono ancora aperte per fare maggiore forza alla campagna

per informazioni
Salvatore 3384697185
Antonio 3491464959

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

I COBAS della Scuola aderiscono
allo sciopero di
venerdì 14 Febbraio

Commenti recenti

    Tag Cloud