Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Una sentenza sui licenziamenti

Postato il 3 Ottobre 2013 | in Lavoro Privato, Lavoro Pubblico, Sindacato | da

La sentenza di Cassazione 22321 del 30 settembre 2013, prevede che un dipendente (sia pubblico che privato) con un passato lavorativamente ineccepibile e con la volontà di riparare il danno possa evitare il licenziamento. La sentenza stride con altri pareri giurisprudenziali che prevedevano invece il licenziamento anche in assenza di provvedimenti disciplinari. La questione riguarda un lavoratore di Roma che aveva incassato un rimborso spese per una trasferta mai effettuata e per questa ragione era stato licenziato.

La Corte ha tenuto conto di molti fattori quali l’assenza di provvedimenti disciplinari, la volontà del lavoratore di restituire la somma prima dell’avvio del provvedimento disciplinare e la non piena intenzionalità (il cosiddetto dolo) alla base della condotta del lavoratore

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud