Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Stipendi pubblici bloccati fino al 2020

Postato il 10 Aprile 2014 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

COMUNICATO: STIPENDI PUBBLICI BLOCCATI FINO AL 2020. COSA ALTRO ASPETTIAMO PRIMA DI UNO SCIOPERO GENERALE CHE BLOCCHI TUTTA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE?

Al consiglio dei Ministri di martedi’ 8 Aprile hanno trovato il modo di far quadrare i conti, ossia blocco dei contratti per tutta la pubblica amministrazione reiterato per i prossimi anni . Tra il 2018 e il 2020 è prevista al massimo la erogazione della indennità di vacanza contrattuale che stando alle previsioni farebbe lievitare la spesa dello 0,3%

In virtu’ di accordi nazionali siglati da Cgil Cisl Uil, la indennità di vacanza contrattuale ha sostituito gli arretrati, con una dozzina di euro al mese se la sono cavata a buon prezzo. Il potere di acquisto dei salari è crollato con la introduzione dela indennità prima e con il blocco dei contratti che se confermato fino al 2020 determinerebbe oltre 10 anni di mancati aumenti a cui aggiungere la progressiva diminuzione del fondo della produttività da cui dipende il salario accessorio (al resto pensa la performance che lungi dall’essere uno strumento per accrescere servizi e produttività rappresenta uno strumento vessatorio finalizzato a dividere e impoverire i\le dipendenti)

In 10 anni il costo della vita è decisamente cresciuto, prestazioni sanitarie gratuite e\o a basso costo sono oggi a pagamento e sempre più numerosi sono i lavoratori e le lavoratrici impossibilitati a sostenere analisi e visite per il costo delle stesse

La ricetta Renzi ricorda quella adottata da Cameron in Gran Bretagna che nell’arco di pochissimi anni ha tagliato quasi 500 mila posti di lavoro nella Pubblica amministrazione, ricorda le misure imposte alla Grecia dove hanno chiuso scuole, università ed ospedali.

Il Governo Renzi non si limiterà solo a tagli salariali ma nella spendin review di Cottarelli è previsto il taglio di migliaia di posti negli organici pubblici, del resto si parla di sopprimere dopo le Province anche le camere di commercio.

Al peggio non c’è quindi fine, l’attendismo servile di Cgil Cisl Uil danneggia i servizi e i lavoratori pubblici.

Attendere senza far nulla la versione finale del Def e del Piano Cottarelli significa lasciare campo libero al Governo Renzi il cui obiettivo è sempre più lo smantellamento del Pubblico

Vedi anche la rassegna:
http://comune.pisa.waypress.eu/RassegnaStampa/LeggiArticolo.aspx?codice=SIB3056.TIF&subcod=20140409&numPag=1&tipo=GIF

COBAS PUBBLICO IMPIEGO

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud