Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Sorpresa! Gli F35 non si tagliano più

Postato il 2 Giugno 2015 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

f35Il precedente ministro della Difesa era riuscito a fare persino meglio dell’attuale, che, alla faccia delle promesse e delle commedie, ha riconfermato gli investimenti negli F35, aerei da guerra che si stima costino sui 130 milioni di dollari l’uno.

La conferma arriva dalla Rivista Italiana della Difesa che cita il Documento Programmatico Pluriennale (DPP) per la Difesa per il triennio 2015 – 2017 presentato dal ministro Pinotti al Parlamento. La prima tranche, secondo quanto dice la RID, sarà di 38 F35 da acquistare entro il 2020.

«Dopo quella data, il programma verrà ulteriormente rimodulato, per un efficientamento complessivo della spesa, ma l’impegno all’acquisizione di 90 velivoli complessivi al momento resta». E ancora: «Nel corso di quest’anno al programma andranno 582,7 milioni di euro: 260 milioni per acquisizioni e supporto logistico, 66 per le predisposizioni e gli adeguamenti infrastrutturali ed altri 233 milioni di euro per il consolidamento dei ritorni industriali pianificati. Ad oggi, l’Italia ha contrattualizzato l’acquisto di 8 velivoli – 3 dei LRIP (Low Rate Initial Production) 6-7 e 2 del LRIP-8. Sei velivoli sono già in produzione nello stabilimento di Cameri ed uno a già effettuato il roll-out in vista della consegna entro l’anno all’Aeronautica. Quest’anno è prevista la firma dei contratti LRIP 9 e 10. Il LRIP 9 dovrebbe prevedere per l’Italia l’acquisizione di 2 aerei, di cui il primo in variante a decollo corto e atterraggio verticale STOVL».

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://www.ilcambiamento.it/guerre/f35_spesa_militare.html

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud