Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Report Assemblea Regionale Coordinamento Toscano per il diritto alla salute e prossime scadenze

Postato il 28 Novembre 2013 | in Eventi, Scenari Politico-Sociali, Territori | da

Riceviamo e pubblichiamo

Il giorno 23 novembre 2013, presso il Dopolavoro ferrovieri di Firenze , si è svolta l’assemblea regionale di costituzione del Coordinamento Toscano per il diritto alla salute.

All’assemblea hanno partecipato circa 100 persone, molte delle quali rappresentative di realtà sindacali, sociali, associazioni e comitati impegnati sui temi della salute e della sanità, che hanno portato contributi e adesioni al Coordinamento.

Il documento costitutivo del Coordinamento toscano in difesa della salute, illustrato da alcuni dei promotori è stato la traccia in cui si sono riconosciute le realtà presenti , che hanno contribuito ad approfondirne alcune parti.

Sono stati proposti due emendamenti da parte dell’Associazione ADINA e da parte di Medicina Democratica, sezione Mirabelli di Firenze, che sono stati messi agli atti ma verranno discussi al prossimo incontro, dati i tempi ristretti dell’assemblea del 23.

Sono intervenuti rappresentanti di:

Ross@ toscana, Lavoratori di Massa, Centro studi e documentazione per l’handicap di Pistoia, Cooordinamento per la difesa 194, associazione ADINA, Lavoratori appalti pulizie Nuovo Ospedale Pistoia, Cub Pistoia, Medicina Demcratica Firenze , associazione Ancora in marcia, Comitato 21 marzo Firenze, Comitato beni comuni Val di Cecina, Comitato San Salvi chi può di Firenze,, responsabile welfare PRC toscana, Cobas Sanita Firenze, Consulta Handicap comune di Firenze, Consulta salute mentale Asl di Firenze, Cobas scuola, USI sanità Siena e Firenze, lavoratrici ospedale unico della Versilia, lavoratrici ospedale Prato, cittadini e utenti SSN, Cub sanità Firenze.

Dagli interventi sono emersi molti punti unificanti nelle lotte e iniziative portate avanti e la necessità di procedere a un coordinamento delle stesse, nell’ottica di promuovere un ampio fronte di lotta che unifichi lavoratori e cittadini contro lo smantellamento del servizio sanitario pubblico e per il diritto alla salute , come era nell’obiettivo del documento costitutivo.

L’assemblea ha quindi approvato la nascita del Coordinamento Toscano in difesa della salute a cui al momento hanno aderito: CUB sanità, USI sanità Careggi(FI), COBAS sanità, USB Toscana, USI sanità Siena, Ross@ Toscana, Confederazione Cobas Firenze, coordinamento difesa 194, A.Di.N.A. FIRENZE, Comitato Salute Pubblica (per l’autorganizzazione popolare) Massa, Comitato per la difesa della salute pubblica’ di Seravezza (LU), Comitato San Salvi (FI), Associazione IN MARCIA, CUB Pistoia, Associazione Augusto Castrucci, Medicina Democratica, Lista Cittadinanza perUnaltracittà (FI), Comitato beni comuni Val di Cecina, Comitato cittadino 21 marzo di Gavinana (FI).

Il Coordinamento Toscano si adoprerà in campagne d’informazione su quello che sta accadendo nella sanità italiana e toscana, e nel costruire mobilitazione a difesa della salute e per il diritto al servizio sanitario pubblico, gratuito e universalistico.

Sosterrà le iniziative promosse da chi vi ha aderito e si farà promotore d’iniziative a difesa della salute e della sanità pubblica.

Fin da subito aderisce e sollecita alla partecipazione a:

  • manifestazione promossa dal Comitato 21 marzo per domenica 1 dicembre, (vedi https://www.facebook.com/pages/COMITATO-21-MARZO/502353836501489): la manifestazione avrà un carattere provocatorio con finta inaugurazione del presidio sanitario che non esiste più da anni nel quartiere e di cui non è prevista la riapertura in attuazione degli accorpamenti previsti dalla delibera 1235 della Regione Toscana: verrà svolto in collaborazione con il Comitato salute pubblica di Massa che installerà la Tenda della salute
  • manifestazione promossa dal Coordinamento comitati della piana a difesa della salute dei cittadini (vedi su http://www.noinceneritori.org/), interessata alla costruzione di un nuovo inceneritore, ennesima opera inutile, nociva e costosa che sottrae risorse pubbliche che potrebbero essere impiegate in servizi.
  • rispetto alla manifestazione promossa da CREST che riunisce comitati a difesa piccoli ospedali, sempre per il giorno 7 dicembre ore 14,30 a Firenze, è stata decisa la partecipazione a livello individuale, con possibile distribuzione del volantino del Coordinamento, data la volontà espressa da CREST di non gradire la presenza ufficiale di coordinamenti, forze politiche, sindacali e associative diverse da quelle che attualmente formano il CREST stesso.

Il Coordinamento si riunirà nella mattina di sabato 7 dicembre , prima della manifestazione dalle ore 9,30 alle ore 13 a Firenze, presso il circolo ARCI via delle porte nuove 33 (10 min. dalla stazione di Firenze SMN – per chi viene in auto parcheggio Leopolda), per preparare e organizzare ulteriori iniziative. Al termine della riunione parteciperemo tutti e tutte alla manifestazione contro l’inceneritore che partirà alle 14.30 dal piazzale della motorizzazione Osmannoro e arrivo a Campi centro.

La riunione del 7 dicembre ha come obiettivo la pianificazione delle attività per i prossimi mesi. L’obiettivo prefissato è quello di costituire gruppi di lavoro finalizzati a meglio coordinare l’esistente e promuovere mobilitazione.

I filoni emersi dall’assemblea su cui lavorare saranno:

  • Analisi e contestazione delle politiche degli ospedali unici. I 4 grandi ospedali della Toscana, conseguenze sui lavoratori del SSN e sui lavoratori degli appalti, svendite immobili per recuperare risorse
  • Analisi e contestazione delle Delibera 1235 e piano sanitario regionale: chiusure piccoli ospedali, accorpamenti servizi, spostamenti risorse verso il privato; sanità ospedaliera per intensità di cure, sanità nel territorio con mistificazione delle case per la salute.
  • Analisi e contestazione delle Liste di attesa, ticket, costi dei servizi, revisione LEA

Dall’assemblea sono emerse anche proposte relative a progetti di autogestione in campo sanitario su cui si potrebbe anche costituire un gruppo di lavoro data anche l’esperienza di alcune realtà presenti nel coordinamento.

Infine, è emersa l’intenzione di costruire collegamenti anche con realtà operanti in altre regioni e in altri paesi europei, per poter arrivare ad iniziative nazionali e continentali, come già avvenuto recentemente con il presidio sanitario autorganizzato Hellenikon di Atene.

A breve sarà creata una e mail del Coordinamento Toscano per il diritto alla salute e una mailing list, in modo che tutte le realtà e i singoli che avranno intenzione di aderire lo potranno comunicare via mail.

Coordinamento Toscano per il diritto alla salute

 Toscana, 27 novembre 2013

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Lunedì 11 ottobre: I COBAS, insieme a tutto il sindacalismo conflittuale, convocano lo sciopero generale.
Manifestazione regionale a Firenze ore 10 Piazza Puccini.  Bus gratuito dei Cobas.
Partenza da Pisa ore 7.30 parcheggio Pubblica Assistenza via Bargagna Cisanello
Partenza da Pontedera ore 8.00 parcheggio Cineplex ex Panorama lato Toscoromagnola
Per prenotazioni e informazioni inviare al più presto comunicazione telefonando allo 3382529966

Tag Cloud