Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Per salvare il lavoro ti dimezzi lo stipendio…Questa è la soluzione di Cgil Cisl Uil

Postato il 6 Dicembre 2013 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

Che i call center siano sinonimi di precarietà e sfruttamento è cosa risaputa, del resto se ne sono occupati scrittori, romanzieri, registri di cinema e teatro.

Ma alla perversione non c’è mai limite ed ecco arrivare un accordo sindacale che sancirà l’ulteriore arretramento dei diritti, del potere di acquisto e di contrattazione.

Questo modello di relazione sindacale sarà apprezzato da gran parte della classe politica odierna e futura, del resto la logica del meno peggio e del vogliamoci bene sono i principi guida dell’agenda politica per i prossimi 13 mesi lo stipendio sarà inferiore del 60%, ovviamente nessuna certezza che da qui a pochissimi anni le delocalizzazioni prendano corpo, magari con cessioni di rami di azienda…

Per maggiori dettagli leggi il seguente articolo di Salvatore Cannavò

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/02/i-call-center-ora-restano-in-italia-contro-le-delocalizzazioni-stipendi-ridotti/796665/

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud