Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Maxiemendamento legge di stabilità colpisce la sanità

Postato il 28 Novembre 2013 | in Italia, Sanità, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

Maxiemendamento legge di stabilità colpisce la sanità soldi ai privati e mancata stabilizzazione dei precari\messa in sicurezza degli ospedali.

Da 5 anni i contratti sono fermi(lo saranno fino al 2015 per un totale di sei anni), le assunzioni con il contagocce, le spese per la messa in sicurezza degli ospedali elargite con il contagocce, le normative in materia di salute e sicurezza costantemente violate, gli appalti al ribasso e le sanificazioni insufficienti come dimostrano i dati ufficiali delle infezioni contratte nei ricoveri ospedalieri. Nonostante ciò, il Governo per rispondere alle voraci lobby, che ruotano attorno alla sanità decide un grande emendamento alla legge di stabilità composto da un solo articolo ma ben 519 commi. L’emendamento , costruito ad arte perchè non si di facile lettura e interpretazione e su cui è stata votata la Fiducia dopo essere stato approvato in Commissione.

il taglio di 1,150 miliardi al Fondo sanitario per il biennio 2015/2016 a seguito delle misure sul Pubblico Impiego che riguardano anche il personale sanitario dipendente e in convenzione

l’ennesimo finanziamento (di 400 milioni di euro) ai policlinici privati per i prossimi dieci anni, ai quali aggiungere 30 milioni di euro solo per il 2014 al Bambin Gesu’ (ospedale ediatrico)

rivedranno il Prontuario ospedale territorio (PHT) con l’obiettivo di vendere i farmaci ospedalieri nelle farmacie

viene comunque previsto l’incremento del fondo per la non autosufficienza e per i malati di sla ma le cifre, dai primi e sommari calcoli, risulterebbero insufficienti

si riducono i cosiddetti premi \indennizzi derivanti da infortuni sul lavoro, danno bilogico e morte sul lavoro nonostante che infortuni, malattie contratte siano in costante aumento stando ai dati ufficiali.

Si torna all’attacco con la riduzione di spesa per tutte le PA e ad essere colpite saranno soprattutto le strutture sanitarie che hanno bisogno di interventi strutturali.

Altro che legge di stabilità a salvaguardia della Sanità! I Tagli ci sono e colpiscono personale della sanià, degli apaplti e i cittadini utenti degli ospedali

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Lunedì 11 ottobre: I COBAS, insieme a tutto il sindacalismo conflittuale, convocano lo sciopero generale.
Manifestazione regionale a Firenze ore 10 Piazza Puccini.  Bus gratuito dei Cobas.
Partenza da Pisa ore 7.30 parcheggio Pubblica Assistenza via Bargagna Cisanello
Partenza da Pontedera ore 8.00 parcheggio Cineplex ex Panorama lato Toscoromagnola
Per prenotazioni e informazioni inviare al più presto comunicazione telefonando allo 3382529966

Tag Cloud