Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I Cobas delle farmacie spa incontrano l’amministrazione comunale

Postato il 29 Marzo 2013 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

Farmacie spa: i Cobas incontrano l’assessore Viale

In data 28 Marzo i cobas si sono incontrati con l’assessore Viale

Dal confronto con Viale sono emerse le seguenti questioni

– Il Comune ha dato mandato a Presidente e Direttore farmacie spa di trovare un accordo entro il mese di Aprile con i dirigenti al fine di versare nelle casse aziendali le cifre da loro erroneamente percepite nel passato . Trattasi di un accordo tra dirigenti e azienda a chiusura del contenzioso legale che dura da anni

– I dirigenti hanno rinunciato ad una parte del loro salario pari a circa 50 mila euro nell’anno 2012 visto che le farmacie hanno chiuso 3 bilanci in perdita e sono stati richiesti interventi a tutti gli azionisti (il Comune è intervenuto sui canoni di locazione)

Il personale delle farmacie spa in questi anni

1. Non ha avuto alcun incremento retributivo

2. Ha sostituito il personale mancante per assenza brevi con recuperi e una distribuzione dei carichi di lavoro interni ad ogni singola farmacia.

L’Amministrazione comunale ha suggerito alla direzione Farmacie spa un accordo per ridurre la spesa del personale con una diversa erogazione dei buoni pasto (stesso suggerimento ai sindacati Cgil e Cisl nell’incontro di alcuni giorni fa di cui gli stessi sindacati non hanno fornito alcuna notizia alle lavoratrici). Da qui la richiesta , mai messa per scritto ma prospettata negli incontri sindacali, di limitare i buoni pasto gli affettivi rientri.

Sui buoni pasto ci sarà una trattativa serrata nel mese di aprile e da parte nostra vogliamo circoscrivere ai minimi termini eventuali decurtazioni visto che in termini di carichi di lavoro (accresciuti) e di salario (praticamente fermo) il personale Farmacie spa ha già fatto numerosi sacrifici.

Positiva la decisione dell’Amministrazione Comunale di non procedere, come richiesto dall’Assofarm alla disdetta del contratto nazionale.

Sulla farmacia 24 ore ci saranno incontri con tutti i soggetti pubblici e privati per trovare una soluzione che non sia sulle spalle interamente del Comune di Pisa.

Le normative vigenti sono ancora confuse e non esprimono con sufficiente chiarezza i confini tra società controllate e Enti pubblici proprietari.

Da parte nostra la disponibilità a concludere entro Aprile una trattativa su premio e buoni pasto con il coinvolgimento di tutto il personale che avrà la prima e l’ultima parola sugli accordi sindacali.

Cobas lavoro privato Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

26 marzo 2021

sciopero Cobas Scuola

presidio a Pisa

piazza XX settembre ore 10:00

Tag Cloud