Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Due sentenze di Cassazione sul lavoro nella Pubblica Amministrazione

Postato il 19 Febbraio 2013 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

Per licenziare un dipendente causa inidoneità fisica, la PA deve sempre e comunque dimostrare la impossibilità di adibire il dipdendente ad altre attività e ovviamente dovrà motivare per scritto e nel dettaglio questa impossibilità .

Ma ironia della sorte, l’assoluzione in sede penale di un dipendente, assolto perché il fatto non costituisce reato non preclude la possibilità che l’Ente possa applicare qualche sanzione disciplinare, perfino quella che prevede il licenziamento.

Tutto ciò emerge da due recenti sentenze della Corte di Cassazione riguardanti i pubblici dipendenti.

Parliamo rispettivamente della sentenza della sezione lavoro della Corte di Cassazione n. 23330 del 18 dicembre 2012 che interviene sul licenziamento per sopravvenuta inidoneità fisica e .la sentenza della Corte di Cassazione, sezione lavoro, n. 206 dello 8 gennaio 2013

Nella prima sentenza si considera applicabile ai dirigenti pubblici l’articolo 18 del cd statuto dei diritti dei lavoratori, con la conseguente reintegrazione in caso di licenziamento illegittimo…..

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Asseblea pubblica di Autonomia Differenziata

giovedì 9 Dicembre ore 21:00

presso il Circolo Pace e Lavoro di Pisa

Tag Cloud