Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Contro la privatizzazione di Fincantieri

Postato il 25 Novembre 2013 | in Italia, Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

Riceviamo e pubblichiamo

Contro la privatizzazione di Fincantieri, c’è stato un primo sciopero operaio ad Ancona il 14 novembre.
A quando un’iniziativa di lotta unitaria di tutti i cantieri, rivolta all’intera classe lavoratrice?

Lavoratori/trici,
8 giorni fa il padrone-Fincantieri ha fatto il primo passo verso la privatizzazione emettendo obbligazioni a 5 anni per 300 milioni di euro. E’ stato “un debutto con il botto”, scrive il giornale di Confindustria, perché sono fioccati ordini di acquisto per 2 miliardi di euro. Il botto per chi? Per la direzione Fincantieri, non c’è dubbio, e per i sottoscrittori dei bond che hanno acquistato, con essi, il diritto di intascare parte dei profitti che producono gli operai e i lavoratori dei cantieri, dipendenti diretti e lavoratori degli appalti. Si tratta, per lo più, di grandi gruppi bancari: Imi, Bnp Paribas, Credit Suisse, UniCredit, Deutsche Bank, Hsbc, Jp Morgan, Mediobanca, a cui si sono aggiunti fondi monetari di tutto il mondo e ricchi investitori italiani. Il primo commento di Bono, compiaciuto, è stato: “ora c’è molto lavoro da fare per aumentare la redditività del nostro gruppo”.

Leggi tutto l’articolo in allegato

http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2013/11/contro-privatizz.pdf

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud