Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Contro la miseria e lo sfruttamento che ci rifila la CTT, il sindacato Cobas condivide le ragioni di fondo dello sciopero dell’8 maggio

Postato il 6 Maggio 2014 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

Con l’accordo in Prefettura del 6 dicembre, ci avevano fatto credere che la CTT avrebbe rinunciato ad adottare misure feroci e spietate, come quelle già messe in pratica unilateralmente nei due mesi precedenti, e che ci avrebbe restituito il maltolto.

Intanto, dalle buste paga dei mesi successivi non si riesce a capire che fine abbia fatto quella restituzione, tanto esse sono illeggibili e imbrogliate.

E dal 10 marzo l’allegra Compagnia Toscana Trasporti ha ripreso unilateralmente a infierire sul nostro salario e sulle nostre condizioni di lavoro, mentre la gara regionale per l’appalto del Trasporto Pubblico Locale promette “lacrime e sangue”, in termini di taglio delle corse in intere zone (fregandosene dei diritti degli utenti) e di nere prospettive per il mantenimento degli attuali livelli occupazionali (con la condanna alla fame di decine di famiglie).

Leggi tutto il documento in allegato
http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2014/05/CTT8-maggioquinquies.pdf

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud