Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Comunali occupano la stanza del Sindaco

Postato il 19 Giugno 2015 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

Sindaco1Un duro faccia a faccia tra Rsu, Cobas e Ggil nella stanza del Sindaco Pd Marco Filippeschi al termine di una partecipata assemblea dei dipendenti comunali di Pisa che ha deciso di portare le istanze direttamente alla Giunta.

Queste sono le ragioni della protesta che guarda non solo alla salvaguardia del salario ma al potenziamento dei servizi al cittadino che l’amministrazione ha abbandonato privilegiando iniziative effimere, dispendiose e di sola immagine.

Rsu Comune di Pisa

Siamo ancora in attesa della risposta da parte dei Revisori dei Conti sul pagamento del salario accessorio 2014.

Sindaco2Dall’assemblea dei lavoratori e dalla sottoscrizione del contratto 2014 è passato un mese e mezze. Come è possibile ad oggi non sapere ancora niente e soprattutto come mai i tempi si allungano così tanto quando deve riscuotere il personale che non è Dirigente o P.O. (ricordiamo che le P.O. sono state tutte riconfermate pur in assenza del contratto decentrato 2015)

Di fronte a questa situazione la RSU ha deciso  giorni fa di abbandonare il tavolo della trattativa e di riprenderlo solo ed  esclusivamente quando ci saranno date informazioni certe sul contratto 2014 e in assenza di risposta ha occupato per un’ora la stanza del sindaco filippeschi e solo dopo questa manifestazione sono arrivate alcune parziali risposte.

La gestione politica del personale di questa Giunta è inaccettabile per le seguenti ragioni:

  • nel contratto decentrato 2014 perderemo 300 euro pro-capite per totale responsabilità dell’Amministrazione che, com’è noto, ha dato gli obiettivi di PEG solo nel mese di Ottobre 2014 e non si è degnata di controllare l’operato dei Dirigenti relativamente ai piani di miglioramento/razionalizzazione che non sono mai stati programmati.
  • I lavoratori di fatto hanno subito un ricatto consistente nel far sottoscrivere il contratto 2014 con lo spauracchio di perdere un’ulteriore somma di produttività;
  • a fronte di questo decremento la Giunta in questi giorni riorganizza la struttura (come? Non è dato sapere)), nominando dirigenti con criteri del tutto discutibili, tralasciando le valutazioni negative dell’O.I.V;
  • Le P.O. esistenti vengono confermate .Anzi si prospetta l’ipotesi di aumentarle;
  • I Peg non sono stati ancora assegnati ai  Dirigenti nonostante il bilancio sia stato approvato a dicembre 2014. Perché? Per totale incapacità gestionale o per problemi politici?
  • Il personale non è stato ancora definitivamente assegnato. Questa operazione viene rinviata di settimana in settimana con conseguente ripercussione sui servizi ad iniziare dalla P.M. per la quale la Giunta  non i è stata ancora capace di nominare un Dirigente; per proseguire con i servizi educativi che non sanno come apriranno ai primi di settembre; per finire all’Anagrafe che è senza personale senza mezzi, alla biblioteca, ai servizi tecnici, e a tutti i servizi in generale. Vergognoso lo stato di abbandono in cui versano i servizi al cittadino e gli uffici, per questo abbiamo occupato la stanza del sindaco.

18 giugno 2015

RSU COMUNE DI PISA

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Asseblea pubblica di Autonomia Differenziata

giovedì 9 Dicembre ore 21:00

presso il Circolo Pace e Lavoro di Pisa

Tag Cloud