Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Città allagata? Il Sindaco pensa alle feste del Capodanno. Potenziare la Protezione Civile comunale

Postato il 20 Gennaio 2014 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

Ogni volta la stessa storia: le precipitazioni eccezionali sono causa degli allagamenti ma la realtà è ben altra. Da anni interi quartieri sono allagati per errati lavori di rifacimento del manto stradale, per la mancata pulizia dei tombini, per quella manutenzione ordinaria e straordinaria carente, se non addirittura assente da anni.

Ci sono decine di petizioni di cittadini inascoltate, a mo’ di esempio citiamo quelle di Porta Lucca e del centro storico.

Sono decine le richieste di interventi alla protezione civile nella giornata di sabato, ma i mezzi e gli uomini a disposizione della stessa sono carenti. Il Comune non ha una sua squadra di pronto intervento con pompe e strumenti utili all’intervento, si deve appoggiare alle associazioni di volontariato e ai Vigili del Fuoco.

Nonostante l’impegno profuso dagli operatori sconcerta che Palazzo Gambacorti continui ad aprire cantieri in città senza prima mettere in sicurezza i quartieri, senza potenziare un servizio di primaria importanza.

I danni provocati dagli agenti atmosferici sono ingenti per la cittadinanza e per le attività commerciali, chi governa la città deve affrontare questa reale emergenza e non spendere tempo e denaro per feste e iniziative inutili, deve monitorare i lavori effettuati perchè aree di recente urbanizzazione non possono essere sommerse da un acquazzone come accaduto nelle ultime ore.

Per fare cio’ serve potenziare e rirorganizzare anche le squadre operaie, avere un’idea diversa di gestione della macchina comunale

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud