Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Breve storia del Primo Maggio

Postato il 5 Maggio 2015 | in Lavoro Privato, Lavoro Pubblico, Mondo, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

Freedom-mayday-haymarketLa nascita della giornata internazionale del Primo Maggio è legata alle lotte per la settimana corta e la giornata lavorativa di 8 ore che coincidono con l’inizio dell’industrializzazione di massa negli Stati Uniti. Potrebbe sembrare che la richiesta di un salario più alto sia stata la causa scatenante dei primi scioperi negli USA, ma in realtà furono sempre poste in primo piano le richieste per la settimana corta e per il diritto di organizzazione dei lavoratori.

All’inizio del 1800 l’orario di lavoro era “dall’alba al tramonto” e oscillava dalle 14 fino alle 18 ore; fu negli anni ’20 e ’30 che iniziarono gli scioperi per la riduzione dell’orario giornaliero a 10 ore.
Si fa risalire al 1827 (sciopero dei lavoratori di Filadelfia), la nascita della prima Unione Sindacale del mondo.
Nonostante la crisi del 1837 i lavoratori degli Stati Uniti riuscirono ad imporre al governo (presidenza Van Duren), l’approvazione di un decreto che fissava in 10 ore l’orario per tutti i dipendenti pubblici.
E nonostante questa misura non fosse stata ancora estesa a tutto il comparto industriale, il movimento dei lavoratori lanciò la parola d’ordine della giornata di 8 ore che fu raccolta anche dai lavoratori australiani che coniarono lo slogan “8 ore di lavoro, 8 ore di riposo, 8 ore per il resto” e che raggiunsero il loro obbiettivo nel 1856.

La rivendicazione della giornata di 8 ore entrò a far parte del patrimonio politico della classe operaia americana che propose di organizzare un movimento che avesse questo tema come punto principale.
Nel 1866, i delegati di tre grandi organizzazioni sindacali fondarono la prima union su scala nazionale, la National Labor Union (NLU), guidata da William. H. Sylivis.
La NLU stabilì relazioni con la Prima Internazionale e, nell’agosto del 1866, inserì nella sua linea d’azione, la liberazione del lavoro dalla schiavitù del capitalismo, la giornata di 8 ore come orario legale per i lavoratori americani e la necessità di un’azione indipendente dalla politica.
Rappresentanti della NLU parteciparono al Congresso dell’Internazionale, dove presentarono la loro piattaforma, e nel settembre 1866 la rivendicazione per la giornata di 8 ore fu accolta e fatta propria anche dall’Internazionale.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://www.antiper.org/mondo/pluslavoro-capitale/84-primomaggio-breve-storia-primo-maggio.html

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud