Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Una sentenza in materia di sicurezza nei cantieri

Postato il 19 Febbraio 2013 | in Sicurezza sul lavoro | da

“Le norme antinfortunistiche per una recente sentenza della Corte di Cassazione non sono dettate solo dalla necessità di tutelare i lavoratori onde evitare che si procurino infortuni dannosi per la loro salute e sicurezza, le norme servono anche a tutelare i non lavoratori, quanti insomma accedono a vario titolo ai luoghi di lavoro e per questo possono trovarsi direttamente coinvolti.

Le disposizioni che prevengono infortuni e malattie sono a vantaggio di tutti, siano essi lavoratori che utenti, siano dipendenti diretti o in appalto.

Rinviamo alla Corte di Cassazione, sentenza n. 6363 dell’8 febbraio 2013, che respinge il ricorso di un datore di lavoro, amministratore e legale rappresentante di una società reo di non avere rispettato tutte le normative per rendere sicuro il passaggio di dipendenti e pedoni, sicura la circolazione di pedoni, dipendenti e veicoli.

Nel caso in questione, l’autista di autocarro all’interno del deposito, causa negligenza e imperizia, si era reso responsabile di gravi lesioni personali ai danni di un lavoratore nel corso di una manovra che si è rilevata sbagliata e imprudente.

La sentenza di Cassazione ha constatato la violazione dell’art. 11 del d.P.R. 547/55,, perchè le vie di circolazione a disposizione dei veicoli non erano segnalate e visibili, ben separate dai percorsi pedonali, insomma era assente la cartellonistica necessaria.

La sentenza spiega bene che le misure antinfortunistiche devono essere applicate ovunque, non solo nei cantieri ma in tutti i luoghi ad essi collegati. Il responsabile è quindi tenuto all’obbligo di verificare sempre e comunque le condizioni necessarie a garantire il rispetto delle normative di sicurezza per il personale , i pedoni, gli utenti. insomma un cantiere deve essere sicuro per i dipendenti (diretti o in appalto non cambia) ma anche per eventuali ospiti non addetti ai lavoratori che percepiscono il pericolo se adeguatamente informati con cartellonistica e segnalazioni adeguate.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

26 marzo 2021

sciopero Cobas Scuola

presidio a Pisa

piazza XX settembre ore 10:00

Tag Cloud