Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Un altro infortunio sul lavoro a Pontasserchio

Postato il 26 Maggio 2014 | in Sicurezza sul lavoro | da

Intanto il nostro cordoglio per il lavoratore deceduto e l’augurio di guarigione al collega in ospedale

Ci auguriamo che le istituzioni locali si facciano carico del sostegno alla famiglia del lavoratore che con la sua morte lascia due bambini in tenerà età

Chiediamo alla asl di fare piena luce e chiarezza perchè nella nostra Provincia sono sempre più numerosi infortuni , spesso mortali, sul lavoro, diversi negli ultimi mesi

Quanto poi alla dinamica dell’incidente, ancora una volta sentiamo parlare di casualità quando di casuale in un infortunio c’è sempre ben poco perchè non si sono rispettate le normative di sicurezza, non sono stati presi in esame tutti gli interventi necessari per evitare infortuni, basti pensare all’assenza di un piano operativo alla sicurezza (pos) o alla fretta nell’esecuzione di alcune operazioni che richiedono tempi lunghi e personale in numero sufficiente

I lavori eseguiti in solitudine sono spesso quelli più pericolosi.

Nel nostro paese circa il 5% degli infortuni causati dall’elettricità hanno esito mortale, la maggior parte degli infortuni domestici avviene in cucina e/o nel bagno dove e più frequente il contatto con l’acqua da parte di un individuo, i cantieri edili hanno una elevata percentuale di infortuni causati dall’elettricità, circa il 20% degli incendi sono conseguenza di guasti elettrici, inoltre, molti altri infortuni hanno origine elettrica ma non figurano nelle statistiche elettriche perche classificati in base all’agente che li ha provocati come: cadute dall’alto a seguito di contatto elettrico; morte a causa di malfunzionamento di apparecchiature elettriche industriali; esplosioni in luoghi con presenza di materiali esplosivi la cui sorgente di innesco è di origine elettrica, ecc.

Ci auguriamo che la morte del lavoratore spinga asl , comuni e regioni ad un piano della sicurezza serio e capace di fornire informazioni e formazione adeguata per mettere in guardia i lavoratori dai rischi e prevenire infortuni

Gli investimenti in materia di salute e sicurezza sono insufficienti per una scelta politica inaccettabile

Cobas Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud