Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Newsletter Clash City Workers 21 Aprile – 4 Maggio

Postato il 9 Maggio 2014 | in Italia, Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

In evidenza

DOVE SONO I NOSTRI
Lavoro, classe e movimenti nell’Italia della crisi
di Clash City Workers (ed. La casa Usher)

Ecco il nostro primo libro. Parla di com’è fatta la classe nell’Italia di oggi. Parla di lavoratori, disoccupati, precari, studenti, e di tutte quelle figure che fanno il proletariato contemporaneo. Ma, soprattutto, è un libro che serve per l’azione. E’ uno strumento per conoscere e intervenire sulla realtà. E magari cambiarla!

Per acquistarlo, avere maggiori info, recensioni, organizzare una presentazione e informarsi su quelle in programma, clicca qui. Oppure puoi acquistarlo in tutte le librerie.

Prossime presentazioni: 10/4 Bologna, 11/4 Mantova, 16/4 Firenze

Calendario presentazioni – Leggi le prime recensioni e commenti

 

Speciale

II PRIMO MAGGIO NON SI LAVORA… SI LOTTA!

Un report dalle piazze…

In questo post troverete una prima carrellata delle diverse iniziative nella giornata del Primo Maggio – e scusate se dimentichiamo qualcuno. Però una cosa la possiamo dire da subito: ci sembra che di questo Primo Maggio possiamo fare un bilancio, certamente positivo. Nonostante la situazione politica e sociale sia estremamente difficile, l’Italia intera è stata attraversata da decine di mobilitazioni, manifestazioni, iniziative che hanno posto al centro il protagonismo dei lavoratori, dei giovani, le esigenze di chi sta pagando questa crisi.

commenti su NapoliRomaSalerno

 

verso il 1 Maggio

1° Maggio: stanno facendo la festa ai lavoratori? Reagiamo uniti e inflessibili!

Questa giornata sta diventando in Italia una ricorrenza ogni anno più ipocrita: perché a sempre più gente è negato il lavoro, perché i governi che si sono succeduti in questi anni stanno provando a distruggere i diritti che abbiamo conquistato con tante lotte, perché i sindacati confederali hanno snaturato questa giornata in una festa della musica, perché molti lavoratori hanno perso completamente il diritto al riposo nei giorni festivi, compreso appunto il 1° maggio. E proprio su questa contraddizione, sentita da migliaia di lavoratori, vogliamo soffermarci quest’anno.

 

da Mantova: “Guerriglia marketing” per un 1 Maggio contro i festivi al lavoro

 

Cosa si muove

[Afragola – NA] Lavoratori Leroy-Merlin in sciopero. Contro i festivi lavorativi

Utilizzando il solito ricatto della crisi, soprattutto in un territorio depresso come quello meridionale, la grande catene francese di bricolage, giardinaggio e casalinghi sta cercando di sopprimere le domeniche di festa e di accorciare i turni di riposo garantiti dai contratti. Cioè di fare peggiorare le condizioni contrattuali e di vita dei suoi dipendenti.

 

[Modena] Facchini in lotta alla Cbm. Una nuova vittoria

Questa mattina all’alba, un nuovo sciopero con picchetti, ha bloccato la lavorazione all’interno della Cbm di Modena, azienda di metalmeccanica. Azienda che usufruisce delle prestazioni dei lavoratori della cooperativa carpigiana.

 

[Bergamo] Contestazione dei facchini della Ldd di Trezzo sotto la sede della CGIL

Dopo quella del 15 aprile dei facchini della cooperativa Hydra, contrari all’accordo firmato dalla CGIL che ha portato alla dismissione di 27 dipendenti attraverso una “buonauscita progressiva al ribasso”, ora è il turno dei facchini dell’LDD di Trezzo.

 

Electrolux
Electrolux. Per tre euro all’ora!

Stiamo parlando del risparmio che l’azienda seconda al mondo nella produzione di elettrodomestici, avrebbe nello spostare la produzione dall’Italia alla Polonia e all’Ungheria. Il ricatto, cui i lavoratori sono sottoposti da mesi, sembra non trovare soluzione nonostante l’impegno del governo a far risparmiare all’azienda 1,2 euro per ogni ora in contratto di solidarietà.

 

Electrolux: l’azienda rilancia l’attacco a ritmi e salario. Sciopero a Susegana

Dallo stabilimento di Susegana dell’Electrolux i lavoratori, già da 80 giorni in presidio permanente fuori dai cancelli della fabbrica, annunciano nuove lotte e mobilitazioni.

 

Commenti

Emilio Riva: si dispensa da ogni compassione

È venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Emilio Riva, padrone dell’Ilva, responsabile di migliaia di morti.

 

Interviste e inchieste

Ultima colata alla Lucchini: la parola ai lavoratori

Ripubblichiamo l’intervista di cortocircuito a un lavoratore della Lucchini di Piombino, sulle condizioni di lavoro nello stabilimento, sulla vicenda che ha portato alla chiusura e sui problemi relativi alla rilevazione da parte di altri imprenditori del grande polo siderurgico.

 

DOSSIER: la Proposta di Riforma dell’ACI del Vice Ministro Nencini

Il 10 aprile scorso, dalle pagine del quotidiano laRepubblica, il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini ha illustrato la propria idea di riforma Aci/Mctc.

 

Il decreto “Salva-Roma” ammazza Roma

Il decreto 16/2014, c.d. “Salva-Roma”, è stato ratificato dal Governo il 6 Marzo scorso. Oltre a varie disposizioni, contiene una serie di articoli che avranno degli effetti sicuramente nefasti, per quanto ancora non ben definiti, su tutti i lavoratori e le lavoratrici comunali e delle aziende municipalizzate della Capitale.

 

[Bologna] Eataly: intervista a un lavoratore “usa e getta”

I lavoratori dello store Eataly di via degli Orefici si fermano per un’ora durante il giorno di Pasqua. Lo sciopero è stato indetto dal sindacato per protestare contro il mancato rinnovo del contratto di lavoro ad un giovane precario.

 

Articoli

Alitalia: c’è posta per te! Etihad detta le condizioni per investire

Due giorni fa è arrivata la lettera “tanto attesa” che contiene le condizioni della compagnia degli Emirati per investire capitali in Alitalia. Nella stessa giornata, mentre ancora si aspettavano le indicazioni di Etihad, dal tavolo tra l’ex-compagnia di bandiera italiana e i sindacati, è emersa la volontà di quest’ultima di tagliare le spese di circa 400 milioni di euro l’anno, con un risparmio sul costo del lavoro di 48 milioni di euro.

 

Perché si sciopera? Le parole di un lavoratore Usb dell’Ipercoop di Livorno

All’Ipercoop di Livorno un gruppo di lavoratori nel 2007 ha deciso di aderire al Sindacato dei Lavoratori intercategoriale, desiderando creare un progetto sindacale di base capace di opporsi alle pratiche concertative promosse dalla CGIL. Nel 2010 SdL, fondendosi con altre sigle, ha cambiato denominazione in USB (Unione Sindacale di Base).

 

Accordo sulla rappresentanza nel pubblico? Il commento di un lavoratore dell’Università di Bergamo

Ripubblichiamo il commento di un lavoratore della CUB, RSU all’Università di Bergamo che, analizzando gli effetti dell’Accordo sulla Rappresentanza, sottoscritto da Confindustria e dalle centrali sindacali CGIL-CISL e UIL del 31 Maggio 2013, integrati il 10 Gennaio di quest’anno, prova a prefigurare la sua applicazione in un settore a cui non è ancora esteso: il pubblico impiego. Cosa significa già e cosa significherebbe per la difesa dei lavoratori e per il sindacato di base?

 

Internazionale

[USA] Sciopero dei lavoratori carcerati in Alabama
Ad ottobre del 2013 erano stati i carcerati Canadesi, costretti a lavorare per sostenere le spese della loro prigionia, ad entrare in sciopero per il repentino taglio netto del 30% della parte di salario che gli rimaneva in mano – tra i 3 ei 9 dollari al giorno – fissato nel 1981 e mai aggiornato all’inflazione.

Clash City Workers
web: clashcityworkers.org

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud