Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Le lotte nell’igiene ambientale

Postato il 29 Dicembre 2013 | in Lavoro Privato, Sindacato | da

Cari\e, ci sono due questioni da mettere al centro delle nostre rivendicazioni in ogni settore dell’igiene ambientale, soprattutto le cooperative che non applicano il ccnl fise e federamebiente.

La rivendicazione è semplice:

  • il lavaggio delle divise è a carico dell’azienda
  • i tempi per spogliarsi e rivestirsi sono a carico dell’azienda o cooperativa che sia, quindi tempo di lavoro a tutti gli effetti
  • ci sono supporti che dimostrano la legittimità della nostra richiesta e in caso contrario si fa un esposto alla direzione provinciale del lavoro.

La Corte di Cassazione è intervenuta a più riprese per sostenre che il tempo tuta deve essere retribuito quando il tempo impiegato dal lavoratore per indossare la divisa aziendale, luogo e tempo dell’operazione siano imposti dal datore di lavoro, rientra nell’orario di lavoro e, di conseguenza, deve essere retributivo (Sentenza della Corte di Cassazione del 07 giugno 2012, n. 9215).

In effetti, per i giudici della Suprema corte, e in conformità ai precedenti orientamenti giurisprudenziali, hanno precisato che rientra nell’orario di lavoro il tempo impiegato dal dipendente per la vestizione e la rivestizione della divisa aziendale, quando luogo e tempo dell’operazione siano imposti dal datore di lavoro” (cfr. Cass. n. 15492/2009, Cass. n. 14919/2009), laddove “è considerato lavoro effettivo ogni lavoro che richieda un’occupazione assidua e continuativa” (art. 3, R.D.L. n. 692/1923).

In allegato la sentenza:
http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2013/12/Di_Pinto_-_Fondazione_sentenza__2_.pdf

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud