Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Le elite imprenditoriali egiziane nel dopo Mubarak

Postato il 23 Agosto 2013 | in Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

Riceviamo e pubblichiamo una sintesi dell’analisi sull’Egitto, in particolare sui grandi imprenditori, con regime Mubarak, e poi con Morsi, fatta da un think tank tedesco, Stiftung Wissenschaft und Politik.

Nell’ultimo decennio dell’era Mubarak, alcuni grandi imprenditori avevano ottenuto il controllo di gran parte dell’economia, entrando così a far parte dell’élite politica.

Caduto il regime Mubarak nel 2011, questa élite imprenditoriale è finora riuscita a mantenere la preminenza economica, e un rilevante ruolo politico.

Pochi di essi hanno subito processi, la maggior parte ha tratto profitto dal sostanziale perdurare di corruzione, mal-gestione del Consiglio militare superiore, e di opacità e illegalità.

I Fratelli Musulmani (FM) hanno seguito le linee economiche dell’era Mubarak, crescita basata sull’economia privata, favorevole ai grandi gruppi; continuità anche nella formula politica: mancanza di trasparenza e di coinvolgimento di altri attori. Essi hanno cercato l’alleanza di questa élite imprenditoriale, e favorendo accordi extragiudiziari con essa, anziché far luce sui suoi precedenti comportamenti scorretti – e di cooptarla nella propria rete di potere.

In allegato l’analisi

http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2013/08/Le-elite-imprenditoriali-egiziane-nel-dopo-Mubarak.pdf

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

26 marzo 2021

sciopero Cobas Scuola

presidio a Pisa

piazza XX settembre ore 10:00

Tag Cloud