Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

La ragioneria dello stato strumento repressivo della contrattazione decentrata

Postato il 13 Maggio 2015 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

ragioneria_generaleAncora pochi giorni di tempo per le pubbliche amministrazioni che entro fine Maggio dovranno inviare   alla Ragioneria Generale dello Stato il conto annuale del personale del 2014

Da anni chiediamo che le relazioni e i conti siano trasparenti e accessibili da tutti, lavoratori e cittadini, anzi abbiamo fatto di più chiedendo che in materia di personale  e di fabbisogni i dirigenti consultino i dipendenti e le rsu

Ma ad oggi non esiste alcuna volontà politica da parte dei sindacati maggiori che non vogliono entrare nel merito dei processi organizzativi e dei servizi ai cittadini che rivendicano, a ragione, maggiori e migliori servizi

il conto annuale del personale in particolare è un obbligo a cui gli enti non possono sottrarsi fin dalla approvazione del DLGS n. 165/2001 ma qui non sono in ballo solo questioni e responsabilità contabili e amministrative

In gioco c’è molto di piu’ ossia servizi pubblici ridotti all’osso, personale non formato perché gli enti spendono soldi altrove, per il programma di mandato del sindaco o per le futili spese di rappresentanza

Ma il conto annuale è diventato non lo strumento con cui fotografare i fabbisogni dell’ente ma per controllare nei minimi dettagli i contratti decentrati.

Una parte particolarmente importante del conto annuale è appunto rappresentata dal monitoraggio della contrattazione decentrata integrativa e del fondo .

L’interesse della Ragioneria dello Stato è solo funzionale a ridurre i costi e gli stipendi dei dipendenti pubblici che da sette anni non hanno per altro il rinnovo dei contratti

Il conto annuale diventa cosi’ strumento repressivo a discapito della contrattazione decentrata dopo averla ingessata e ridotta ai minimi termini a colpi di decreti legislativi

Ironia della sorte tanta attenzione non viene riservata alle gare, agli appalti, alla gestione dei servizi esternalizzati , alle condizioni retributive e contrattuali del personale in appalto

La natura della ragioneria di stato è quindi svelata:non strumento di solo controllo ma di repressione della contrattazione decentrata

Cobas Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud