Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

La Pasqua e la demagogia di Renzi. In Toscana dilagano i contratti precari

Postato il 22 Aprile 2014 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

LETTERA ALLA REDAZIONE
La Pasqua e la demagogia di Renzi. In Toscana dilagano i contratti precari

Superano 8 milioni i lavoratori e le lavoratrici del pubblico e del privato in attesa di un rinnovo contrattuale, rinnovo di cui poco si sa e nel caso della Pubblica amministrazione arrivERà solo tra alcuni anni.

Forse mai come oggi i rinnovi contrattuali arrivano con tanto ritardo e le spiegazioni sono sicuramente molteplici perchè da una parte il Governo va cambiando le regole in materia di lavoro, dall’altra le associazioni datoriali hanno poco interesse a sottoscrivere intese.

Esiste una querelle continua tra la dinamica salariale e i prezzi , ogni volta che si rinnova qualche contratto pesante l’Istat registra un incremento del potere di acquisto ma a guardare bene i salari sono fermi da anni mentre crescono i profitti e la rendita speculativa.

Qualcuno ha parlato di effetto ottico della discesa dei prezzi, se vediamo ai costi reali delle utenze, delle spese mediche si evince che i nostri salari sono assolutamente inadeguati.

Ma dati ancora più allarmanti le notizie sui contratti precari: solo in Toscana il 61% dei contratti è soto i 3 mesi e il 36.6% non supera i 30 giorni a dimostrare che l’offerta di lavoro avviene ormai all’insegna della precarietà e le trasformazioni da tempo determinato a indeterminato si contano ormai con il contagocce.

Il paese reale non è quello che attende gli 80 euro del governo Renzi, del resto il decreto prevede anche il taglio dell’irap del 10% e a beneficiarne saranno le imprese che già potranno contare sul potenziamento del contratto a tempo determinato a svantaggio di quello indeterminato.

La copertura deriverà dai tagli alla Pubblica amministrazione e solo in questa prima fase la sanità non sarà colpita visto che a depotenziarla ci penserà subito dopo la spending review di Cottarelli.

C’è allora da dormire sonni tranquilli? Diremmo di no, ma attorno a noi vediamo un pericoloso attendismo da parte dei sindacati maggiormente rappresentativi che ancora una volta sono i principali alleati\complici dei Governi che attaccano i lavoratori saccheggiandone il potere di acquisto e di contrattazione

Cobas Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud