Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

La parola d’ordine deve essere: “No alle discariche, sì alla bonifica della Solvay.”

Postato il 22 Maggio 2015 | in Eventi | da

Acqua_AlessandriaLa manifestazione del 23 maggio davanti al Municipio di Alessandria dovrebbe qualificarsi meglio. Sarebbe uno spreco di mobilitazione se si limitasse alla protesta contro le cave-discariche “Clara e buona” nel Cristo e “Bolla” e “Guarasca” in Spinetta, che dovrebbero ospitare le terre degli scavi Tav Terzo Valico.
L’autentico e immenso problema che incombe sulla Fraschetta è infatti l’inquinamento aria-terra-acqua del polo chimico di Spinetta Marengo. L’ipotetico inquinamento Tav di amianto e schiumogeni sarebbe appena una goccia in più nell’oceano della falda già inquinata dalla Solvay: cromo esavalente altri 21 veleni tossico cancerogeni. Limitarsi ad impedire che questa goccia si aggiunga non servirebbe a niente se non si attua la bonifica sotto la Solvay, se non si toglie cioè quel milione di metri cubi di veleni sotterrati che continuerebbero in eterno a percolare nella falda acquifera di Alessandria.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://medicinademocraticaalessandria.blogspot.it/2015/05/la-parola-dordine-deve-essere-no-alle.html

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud