Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

In risposta ai Cobas dall’Unione Inquilini

Postato il 10 Marzo 2014 | in Scenari Politico-Sociali, Territori | da

Cari compagni non abbiate fretta!
Vi allego, per conoscenza, le osservazioni da me fatte nel 2011 all’introduzione della legge regionale (strappata da Allocca su consiglio dell’Unione Inquilini della Toscana).

Solo nel Comune di Pisa nel 2012 sono state presentate 85 domande e nel 2013 92; tuttavia per insufficienza di stanziamento (il fondo messo a disposizione dalla Regione ogni anno è di 4 milioni di euro) per pagare tutti, ma anche perchè molti proprietari, specialmente a Pisa dove gli studenti offrono contratti più lucrosi ai locatori, hanno rifiutato il contributo offerto (alcune volte di ben 8.000 €) per rinunciare all’esecuzione dello sfratto per morosità incolpevole, soltanto alcune decine di casi sono stati sanati col pagamento della morosità. Il pagamento è stato effettuato dall’APES direttamente ai proprietari perchè se davano i soldi agli inquilini questi li avrebbero il più delle volte utilizzati per “vivere” !

Per il 2014 si sta aspettando da un giorno all’altro la pubblicazione del nuovo bando (quest’anno, oltre la solita quota della Regione, c’è quella stanziata dal governo Letta – poca cosa ma meglio che niente !) ed io ho già proposto alcune modifiche, che tu puoi leggere in un altro allegato evidenziate in rosso e giallo. Però mi hanno detto che ormai il bando è pronto e le modifiche (tenuto soprattutto conto che hanno cacciato Allocca) non potranno essere accolte.

Dunque col sistema assurdo del “chi prima arriva prima alloggia”, ovvero col contributo che viene dato anche quest’anno in base alla priorità di presentazione della domanda, per gli Uffici dei Comuni sarà più facile favorire i loro protetti (come lo scorso anno è avvenuto a Pontedera, che è riuscita ad accaparrarsi il 70% della somma destinata alla Provincia di Pisa; mentre i dormiglioni e incapaci del Comune di Cascina sono rimasti completamente a bocca asciutta !).

Vi allego anche il modulo che devono riempire i morosi…anche per riprendere il discorso sulle questioni tecniche di cui di dicevo al telefono, in risposta alla tua richiesta di informazioni da dare agli assegnatari di alloggi popolari e in genere agli inquilini. Questo modulo, come quelli per le domande di case popolari e dei sussidi all’affitto, possono essere compilati anche da non esperti, ma il risultato spesso è disastroso ! Dunque per questa attività assistenziale (squisitamente tecnica, ma che non modifica la situazione politica) ci sono già i sindacati. Chi vuole può gratuitamente (almeno rivolgendosi all’Unione Inquilini !) beneficiare della nostra assistenza, anche se l’UNIONE INQUILINI non è un sindacato assistenziale, ma di lotta per il diritto alla casa per tutti !

Gli allegati
http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2014/03/contributi-regionali-morosità-affitto.pdf
http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2014/03/DGR-250_2013-All.C-sussidi-morosità2013-.pdf
http://www.cobasconfederazionepisa.it/wp-content/uploads/2014/03/domandasfrattimorosità2013.pdf

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud