Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I lavoratori di Prometeo ai candidati a sindaco

Postato il 15 Maggio 2014 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto da parte di Progetto Prometeo srl e del Comune di Lari- Casciana Terme il rifiuto a presentarsi presso la direzione provinciale del lavoro per un tentativo di conciliazione con i dipendenti ex comunali che hanno contestato il trasferimento alla nuova società a capitale misto pubblico e privato.

I dipendenti contestano il cambio di contratto, l’aumento delle ore di lavoro il fatto che i pochi aumenti corrisposti saranno riassorbibili sui prossimi miglioramenti contrattuali senza essere una voce costante e permanente nelle singole buste paga, un sostanziale sottoinquadramento nei livelli retributivi.

Con il collegato Lavoro, il tentativo di conciliazione è solo facoltativo, tuttavia la scelta di Progetto Prometeo e del Comune di non accettare neppure un confronto con i lavoratori dimostra che non si vuole sottoscrivere alcun accordo migliorativo imponendo le scelte dell’amministrazione Terreni e chiudendo la porta ad ogni forma di dialogo.

I Cobas da anni affermano che le privatizzazioni hanno alimentato la corruzione , ridotto il potere di acquisto dei salari e quello di contrattazione dei sindacati, favorendo la forbice salariale che penalizza la stragrande maggioranza del personale operativo su cui viene scaricato ogni effetto della concorrenzialità al ribasso praticata sugli appalti.

I servizi privatizzati poi sono sottratti, in ordine ai costi futuri al controllo dei cittadini, che si vedranno così anche aumentate in prospettiva le tasse in conseguenza delle scelte imposte dai governi con il pagamento dei cosiddetti servizi indivisibili attraverso la nuova tassa ( Tasi).

Le tematiche del lavoro sono ormai dimenticate e ridotte a spot pubblicitari, tanto è vero che sugli 80 euro in busta paga si sono dette molte falsità (dai pensionati che restano fuori agli incapienti che riguardano una buona fetta dei precari, dalle famiglie monoreddito che superando di poche centinaia di euro la soglia dei 25 mila annui lordi si ritrovano penalizzati rispetto a famiglie con due redditi di poco inferiori).

Sul lavoro, sui servizi, su Progetto Prometeo, sulla gestione dei servizi sociali e dell’igiene ambientale, sui servizi comunali, vogliamo che i candidati a sindaco si possano esprimere spiegando ai lavoratori, alle lavoratrici e alla cittadinanza le loro idee e proposte, per questo convochiamo una assemblea cittadina per

Domenica 18 Maggio 2014 alle ore 21,30

presso l’ Aula Magna della Scuola “L. Pirandello” di Perignano.

Confederazione Cobas Pisa \ Cobas Prometeo

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud