Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I Cobas scrivono all’assessore comunale David Gay sulla polizia municipale

Postato il 28 Agosto 2013 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

Lettera aperta all’assessore Gay

Gentile assessore, con la presente siamo a chiederle delucidazioni in merito a numerosi questioni che riguardano la polizia municipale

Andiamo con ordine

  • Per quale ragione gli agenti della Pm sono stati schierati in prima fila al capo rom in occasione dell’abbattimento di una baracca adibita a luogo di preghiera, quando a tal scopo erano già presenti in forza reparti di CC e Ps? La circostanza , denunciata da numerosi agenti, è degna della massima attenzione, del resto il protagonismo di alcune figure apicali al comando della Pm, unito a decisioni della Giunta alquanto discutibili, sono causa di rischio per gli agenti della Pm con utilizzo degli stessi prevalentemente per ordine pubblico
  • Mobilità interna ed esterna. E’ cosa nota che numerosi agenti di Pm abbiano partecipato a selezioni e pur vincitori delle stesse non hanno ricevuto il nulla osta al trasferimento presso altre direzioni. Pensiamo che il diniego al trasferimento rappresenti per gli agenti della Pm la negazione di un diritto riconosciuto agli altri dipendenti comunali, la nostra proposta è di prevedere dopo un certo numero di anni (e non solo per la Pm ma per tutti gli altri servizi , per esempio quelli educativi) la opportunità di cambiare profilo professionale beneficiando della mobilità interna . Qual’è la sua opinione a riguardo?
  • art 208 del codice della strada. Nonostante l’impegno di tutti , parte pubblica e sindacale per destinare proventi alla previdenza integrativa come previsto dalle normative, a distanza di mesi siamo ancora in alto mare. E’ possibile capire la ragione di questi ritardi e allo stesso tempo accelerare l’iter necessario allo stanziamento della cifra pattuita nel corso di vecchi accordi sindacali?
  • Mobilità dall’esterno: occorre una seria regolamentazione dando al personale interno la opportunità di progredire nella carriera prima di ricorrere a personale di altri Enti, il tutto nel rispetto delle normative vigenti ma con una precisa volontà politica di dare vita a percorsi concreti di valorizzazione delle risorse interne
  • Qualè la sua opinione in merito all’utilizzo improprio delle ordinanze?
  • La scrivente organizzazione sindacale ritiene necessario istituire un tavolo periodico (ogni 3 mesi) sulle problematiche della Pm vista la complessità delle questioni, a tal riguardo possiamo contare sulla sua disponibilità?

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud