Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Cosa succede al Comune di Cascina?

Postato il 10 Dicembre 2013 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

COSA SUCCEDE AL COMUNE DI CASCINA?
Aumentano il lavoro per diminuire i servizi

Dopo l’assurdo provvedimento sulla pausa caffè, il comune di Cascina raschia ulteriormente il fondo e tenta l’impossibile, quello di adottare provvedimenti ancor peggiori.

Stavolta sono i vigili urbani gli interessati, dal primo di dicembre, udite udite, aumenteranno le ore di lavoro del personale diminuendo l’orario di presenza sul territorio!!!

L’amministrazione comunale di Cascina ha deciso di riportare l’orario settimanale da 35 a 36 ore e questa diminuzione comporterà disservizi per la collettività con una presenza giornaliera di agenti Pm sul territorio ancora minore: 20 minuti al giorno a fine turno.

In pratica i vigili, sotto organico secondo l’Amministrazione di almeno 11 unità, si rimboccheranno le maniche lavorando di più ma terminando il loro turno alle 19,30 e non più alle 19,50.

Ma la novità non finisce qui, infatti strofinata la lampada. il genio esaurisce un secondo desiderio.

Le ore dovranno essere accumulate e recuperate in una giornata di lavoro quindi si ridurranno le presenze e le carenze di organico saranno ancora più evidenti……

Il provvedimento nasce dall’estro dell’unico dirigente del Comune pagato per organizzare e rendere efficenti i servizi

L’impressione è che i pochi soldi che riescono a gestire i Comuni in questo periodo di magra potrebbero essere spesi meglio, anche a giudicare l’ultimo contratto decentrato che penalizza fortemente una parte dei dipendenti comunali, polizia municipale in primis.

Dimezzati gli importi di indennità di rischio e disagio al personale rispetto all’anno precedente, molti vigili si troveranno con uno stipendio ridotto.

Pochi spiccioli, 20 euro lordi il mese ma di questi tempi perchè tagliare stipendi bloccati da 5 anni?

Altri vigili invece troveranno la busta paga più leggera per effetto di una nuova organizzazione interna che elimina l’indennità di responsabilità.

Il genio della lampada doveva esaudire un ultimo desiderio e ha cosi’ deciso di far guadagnare meno a chi lavora di più…..

Anche in questo caso si parla di spiccioli, 400 euro lordi l’anno ma come non evidenziare anche questo ulteriore taglio?

Tuttavia il bello deve ancora venire…….

Questi tagli fatti sulla pelle dei lavoratori, questi pochi spiccioli che a fine mese mancheranno dove vanno ???

Forse a pagare una ulteriore figura di responsabile di qualche settore del comune ???

Chiamatela come volete, alta professionalità o posizione organizzativa, si sceglie di dare i soldi a qualcuno a discapito di tanti dipendenti che potrebbero con questi garantire migliori servizi alla cittadinanza tutta.

Dove sta allora la logica della riorganizzazione della macchina comunale e della Polizia Municipale?

Andiamo a chi l’ha visto perchè noi non lo sappiamo

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud