Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Comune di Cascina e le spese dell’avvocatura: la denuncia dei Cobas

Postato il 14 Febbraio 2014 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

Negli enti locali le spese per l’avvocatura sono fuori controllo, non basta l’intervento della Legge di stabilità che prevede alcuni tagli, servono tetti per contenere questa dinamica ormai fuori controllo e regolamenti diversi soprattutto per un contenzioso in crescita esponenziale.

Su questo tema negli enti locali si spende sempre di più per consulenze esterne e incarichi dati all’ esterno rinunciando a formare il personale interno a costi assai più contenuti, cosa che dovrebbero fare gli Enti se fossero lungimiranti.

Il Comune di Cascina, nuovamente si distingue!

Unico fra tutti gli Enti Locali, Cascina ha istituito un Servizio Avvocatura Comunale ma continua ad affidare incarichi di patrocinio legale con il solito metodo all’ esterno!

Il sistema funziona più o meno così!

Il dirigente/responsabile invia una nota allo staff contenzioso del Comune giustificando il ricorso ad una causa e la scelta di uno o più nominativi a cui affidare l’incarico in via diretta fino alla cifra di 20 mila euro (se la cifra è superiore si attiva una “pseudo gara”).

Un meccanismo poco trasparente e conveniente, un metodo tutt’altro che oggettivo.

Talmente incomprensibile che potrebbe sembrare quasi “clientelare”, e che contraddice palesemente quello che solo due mesi fa la Giunta Comunale aveva fatto modificando l’ assetto strutturale dell’ Ente, ( delibera G.C. n. 174/2013 ), proprio perché la spesa per il contenzioso, avvalendosi di legali esterni, rappresentava “un notevole esborso economico”.

Infatti con questa riorganizzazione il Comune di Cascina aveva previsto la costituzione di un Servizio Autonomo “Avvocatura Comunale” con tanto di istituzione di una nuova posizione organizzativa “Alta Professionalità”, ovviamente ben remunerata, con i soldi dei cittadini, ma che sottrae risorse a tutti gli altri lavoratori essendo finanziata con il Fondo del Salario accessorio.

Perché allora si pubblica un regolamento per affidare incarichi legali esterni? A che serve l’ “Avvocatura Comunale” ?

Un inutile doppione o l’ammissione che il Sindaco, o forse la Giunta Comunale, non si fidano delle professionalità Interne?

Oppure come noi avevamo denunciato “l ‘intera riorganizzazione” era solo un “escamotage” per aumentare numero e costi delle figure al vertice con funzioni dirigenziali, di posizione organizzativa e alta professionalità?

La Giunta Antonelli continua a sperperare soldi dei cittadini, di lavoratrici e lavoratori, senza alcun beneficio per la collettività.

Ci meraviglia che al momento non si affrontino e si dibattano questi temi nelle sedi istituzionali!

Per quanto ci riguarda gli argomenti sui quali avevamo lanciato una sfida al Sindaco poche settimane fa sono ancora validi ma lo sono ancor di più gli avvertimenti, visto che continua a perseverare con tutta la propria presunzione!

Cobas Pubblico Impiego

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud