Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Città globali. I nodi della rete del potere

Postato il 8 Gennaio 2014 | in Italia, Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

Città globali. I nodi della rete del potere.

Una analisi sui processi di trasformazione al centro del capitalismo globale di Andrea Ligi

Analizzare le città globali permette di situarsi al centro – nei centri – della produzione del capitalismo globale che si dispiega nel mondo contemporaneo. Permette così di cogliere i rapporti di forza, sfruttamento e dominio che da questi centri il capitale sviluppa. La città globale è in qualche maniera la sintesi estrema del mondo globale: in essa si mostrano ed esplodono tutte le contraddizioni del liberalismo totale, che si disfa delle gabbie statuali-nazionali e, poggiando sulla rete delle città globali, si impone su tutto il globo terrestre con differenti gradi di intensità. In questi centri – quelli di carattere effettivamente globale ammontano a una cinquantina –, si individuano forme di produzione terziaria interamente finalizzate a rifornire il mercato globale, nuove forme di agglomerazione economica, nuove forme di sfruttamento del lavoro, che segnalano il formarsi di nuovi modelli di accumulazione capitalistica, i quali generano nuove matrici di sfruttamento del lavoro. La città globale è il sito chiave per il dispiegarsi di questi processi: essa è sia un punto di comando di essi, sia una lente per lo studio delle dinamiche globali. Essa è anche un terreno vivo e instabile, nel quale nuove forme di lotta e pratiche di vita trovano sede.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo
http://www.commonware.org/index.php/cloe/203-citta-globali

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud