Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Città del teatro, lettera di una dipendente: “Vogliamo sapere del nostro futuro come cittadini e contribuenti”

Postato il 23 Maggio 2015 | in Scenari Politico-Sociali, Territori | da

cascina_teatro“Sono a porvi alcune questioni che purtroppo non hanno avuto fino ad oggi risposta né attraverso varie interpellanze politiche né attraverso il “ confronto sindacale”. Allora faccio direttamente le mie domande nella speranza di ricevere delucidazioni e di avere tutte quelle informazioni che ogni amministratore della cosa pubblica dovrebbe avere il dovere di fornire a qualsiasi cittadino che ne facesse richiesta. Il condizionale è una tragica conseguenza di quanto sta succedendo. Mi pare che la cosa più grave che sta emergendo dalla vicenda Città del teatro sia questa totale sordità della politica e delle istituzioni a qualsiasi richiesta di trasparenza. Ma ricordo al Presidente, al C.d.A. della Fondazione , al Sindaco di Cascina, al Presidente della Provincia che stiamo parlando di cosa pubblica. La Fondazione Sipario Toscana riceve contributi dal Comune, dalla Regione e dallo Stato. Quelli di cui si parla sono soldi pubblici. Dovreste avere il dovere di rendere conto del vostro operato. Non si tratta di un’impresa privata. In quel caso chi amministra può anche prendere decisioni autonome e autoreferenziali, decisioni per le quali si assume tutti i rischi. Ma qui i soldi sono della comunità e alla comunità dovreste rispondere del vostro operato

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://www.gonews.it/2015/05/22/citta-del-teatro-lettera-di-una-dipendente-vogliamo-sapere-del-nostro-futuro-come-cittadini-e-contribuenti/

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud