Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Un comunicato del Cobas Pubblico Impiego sui segretari di commissione consiliare

Postato il 5 Luglio 2013 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

al Sindaco

all’assessore personale

al dirigente Personale

al dirigente avv Pescatore

Alcuni dipendenti hanno sollecitato un intervento in merito alla Manifestazione di Interesse x segretari di commissione consiliare (da svolgersi presumibilmente in DAU, straordinario extra ufficio di appartenenza) inviata dal dirigente Pescatore al personale (ma non al sindacato per mera conoscenza, tanto è vero che abbiamo appreso la notizia da colleghi\e e non dal dirigente ).

La suddetta motivazione è a nostro avviso da rivedere al fine di concedere a tutto , ripetiamo tutto, il personale comunale pari opportunità di partecipazione.

Le commissioni consiliari si tengono sia di mattino che di pomeriggio in orari non predeterminabili (non si capisce perchè le commissioni non possano tenersi in orari prestabiliti fatto salvo per casi eccezionali come avviene per il consiglio comunale). La dichiarazione di interesse esclude a priori i\le dipendenti con profilo professionale di educatori, agenti di Pm, addetti a front office, autisti e turnisti

Pensiamo che la carenza di organico in molte direzioni renda problematica la sostituzione di personale che potrebbe essere interessato a partecipare, se poi si escludono a priori centinaia di dipendenti, come sarà possibile parlare di pari opportunità all’interno del Comune?

Non pensate poi che questa attività dovrebbe rientrare nello straordinario per altri uffici visto che un dipendente in orario normale andrebbe sottraendo ore alla direzione di appartenenza con aggravio dei carichi di lavoro per i colleghi.

Ai dirigenti dei settori non viene richiesto nessun parere o”autorizzazione” e l’avvocato Dr. Pescatore resta l’unico soggetto autotitolato a scegliere i segretari, nominati poi addirittura con delibera di cc. su parere dei Presidenti.

Alla luce di queste considerazioni pensiamo opportuno e doveroso riscrivere il bando assicurando a tutto il personale pari opportunità.

E’ necessaria una ricognizione generale sui costi della politica, a tal ragione si chiede  i costi e i numeri del personale con rapporto fiduciario il fabbisogno di ore per il personale incaricato di seguire le commissioni (si vedano le commissioni della precedente legislatura).

E’ richiesta una risposta scritta

 Pisa 4/7/2013

COBAS PUBBLICO IMPIEGO

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud