Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Terni, non vuole il crocefisso in classe. Prof sospeso per un mese

Postato il 7 Aprile 2015 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

franco-coppoliSospeso dall’insegnamento e dallo sti­pen­dio per un mese per avere tolto i cro­ce­fissi dalle aule dell’Istituto per geo­me­tri San­gallo di Terni durante le sue lezioni. La nuova Inqui­si­zione si è acca­nita ieri su Franco Cop­poli, docente di let­tere, com­mi­nando una pena duris­sima alle con­vin­zioni lai­che, demo­cra­ti­che e repub­bli­cane di un inse­gnante. Cop­poli era stato sospeso per dodici giorni a set­tem­bre per­ché si era rifu­tato di inter­rom­pere la lezione durante un con­trollo in classe della poli­zia con i cani anti­droga. La sospen­sione, giunta al ter­mine di un pro­ce­di­mento disci­pli­nare avviato ad ini­zio anno, è stata noti­fi­cata ieri.

Cop­poli farà ricorso al giu­dice del lavoro: «Una san­zione ingiu­sti­fi­cata. Nell’ordinamento ita­liano non c’è alcuna legge che impone la pre­senza del cro­ce­fisso in classe nelle scuole supe­riori pub­bli­che, quindi non capi­sco quale legge io abbia vio­lato». A dicem­bre a Trie­ste, il pro­fes­sore di filo­so­fia Davide Zotti, per lo stesso com­por­ta­mento, è stato san­zio­nato con una sem­plice cen­sura dall’Usr Friuli. Un trat­ta­mento molto diverso è stato invece riser­vato a Coppoli.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://ilmanifesto.info/terni-non-vuole-il-crocefisso-in-classe-prof-sospeso-per-un-mese/

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud