Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Osservatorio sulla Repressione Newsletter n. 41/2014

Postato il 15 Novembre 2014 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

osservatorioNews dal 3 al 9 novembre 2014

#RepressionediPiazza #NuoveRegole #StatodiPolizia

Le nuove regole del Ministero degli Interni: Meno manganelli, più lacrimogeni, idranti, pistole elettroniche e spray urticanti
Il Ministero dell’Interno sta lavorando a una serie di norme per regolamentare la gestione dei cortei da parte delle forze dell’ordine.

#Repressione #LotteSociali #Dirittoall’abitare #SbloccaItalia

Brescia: Contestazione a Renzi, cariche della PoliziaCariche della polizia contro il corteo di lavoratori, studenti, movimenti e organizzazioni di sinistra che protestavano in occasione della presenza di Matteo Renzi contro le politiche del governo e la riforma del lavoro.

Napoli: Polizia carica corteo contro lo “sblocca Italia”
Violente cariche della polizia contro il corteo di comitati territoriali, attivisti sociali in lotta contro il decreto “sblocca Italia”

Venezia: Manganelli contro gli attivisti dell’assemblea sociale per la casa
Manganellate dei carabinieri a Venezia contro gli attivisti dell’Assemblea Sociale per la Casa. Nella tarda mattinata di oggi mercoledì 5 novembre gli attivisti per il diritto all’abitare si sono recati in Comune con l’intenzione di tenere un’assemblea pubblica cittadina sul tema del diritto alla casa e alla città.

Carrara: Cittadini occupano il comune per l’alluvione, la polizia carica
una manifestazione davanti al comune di Carrara, a cui hanno partecipato anche tantissimi dopo l’ennesima catastrofe annunicata: da tre anni a questa parte i territori tra Massa e Carrara vengono distrutti da ripetute alluvioni. La polizia li carica

Cariche sugli operai Ast, la Digos “sequestra” i filmati
Il Ministro degli Interni Alfano “ordina” alla digos di “sequestrare” tutti i filmati a riguardo la carica della polizia sugli operai Ast di Terni, a piazza Indipendenza a Roma

Torino: condanna a 18 mesi e 5000 euro per “Boba”
Il Tribunale di Torino ha emesso nella giornata di ieri la sentenza di condanna in primo grado nei confronti di Marco “Boba”, redattore di Radio Blackout arrestato durante il corteo del 1 maggio a Torino.

#NoTav #MaxiProcesso #AppelloallaMobilitazione

Maxiprocesso NoTav: “Sparagli in faccia” urlavano i poliziotti il 3 luglio 2011
“Cèntrali, quei due!”, “Dài, tiraglielo dritto!”, “Lo vedi il bastardo li sotto? Vedi se riesci a centrarlo quando esce!” Non è un film di guerra. Sono le voci dei poliziotti il 3 luglio 2011.

Quei giorni e quelle notti c’eravamo tutti! Appello alla mobilitazione dal 14 al 22 novembre
Il movimento No Tav lancia appello per una settimana di mobilitazione nazionale e di lotta, da venerdì 14 novembre a sabato 22 novembre, ognuno nel proprio territorio.Contro la repressione, la criminalizzazione delle lotte, contro le grandi opere

#G8Genova

G8 Genova: Criticò il pm del caso Giuliani, avvocato condannato a un mese
Avere criticato pubblicamente il magistrato Silvio Franz, pubblico ministero dell’indagine sulla morte di Carlo Giuliani durante il G8 di Genova del 2001, è costato all’avvocato Ezio  Menzione una condanna a un mese di reclusione di multa per diffamazione.

G8 Genova: il processo è da rifare ma Colucci è prescritto
«Dichiarazioni difforni» per coprire De Gennaro a proposito della Diaz, l’ex questore di Genova ai tempi del G8, ma la Cassazione annulla per l’irrituale acquisizione delle prove. Peccato che il reato andrà in prescizione fra quattro giorni

Per il Pg della Cassazione, “il G8 a Genova fu come il Cile di Pinochet”
È parsa quantomeno contraddittoria la ricostruzione di uno dei fatti più gravi del G8 come quella fatta ieri dal procuratore generale della Cassazione Enrico Delehaye, durante la sua requisitoria innanzi ai giudici della VI Sezione Penale. Un atto di accusa,

#OmicidioCucchi #Malapolizia #Malagiustizia

Caso Cucchi: Garanzia è ricerca della verità e superamento di ogni logica corporativa
Non doveva essere arrestato Stefano. Deteneva una modesta quantità di droga, era malato e fragile o “vulnerabile”. Ecco il primo punto dolente della tragedia di Cucchi: una persona nelle sue condizioni, per quel reato, non doveva mai entrare in carcere al di là dell’orrore che ne è seguito

Il Sappe querela Ilaria Cucchi. Nuove indagini o commedia giudiziaria?

Il sindacato di polizia Sappe denuncia per diffamzione Ilaria, la sorella di Stefano Cucchi. Inoltre dopo la sentenza di assoluzione di tutti gli imputati la procura di Roma sarebbe pronta a riaprire il caso Cucchi.

Omicidio Cucchi: Consulente dei pm querela i familiari di Stefano
Paolo Arbarello, ex direttore del Dipartimento di medicina legale della Sapienza, e consulente dei pm al processo Cucchi,  dopo il  sindacato di polizia Sappe, anche lui ha dato mandato al suo avvocato di procedere per diffamazione nei confronti dei familiari di Stefano Cucchi

Roma: In migliaia in piazza per Stefano Cucchi
«Non ci siamo mai sentiti soli. Non ci fermeremo mai!». Rita Cucchi, con due frasi, riassume più di un dossier cinque anni di battaglia per verità e giustizia,

#Carcere

Continua la lotta di Maurizio Alfieri contro gli abusi in carcere

una lettera di Maurizio Alfieri detenuto nel carcere di Spoleto. Maurizio ha più volte denunciato gli abusi che l’amministrazione penitenziaria riserva ai prigionieri.

Napoli: detenuto ricoverato in gravi condizioni. La famiglia: è vittima di pestaggi in cella

Per i familiari è stato vittima di pestaggi avvenuti durante e dopo l’arresto. Un detenuto di 45 anni, Luigi Bartolomeo, si trova ricoverato in prognosi riservata da oltre due settimane nell’ospedale Loreto Mare

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud