Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Osservatorio Repressione Newsletter n.47/2014

Postato il 23 Dicembre 2014 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

osservatorioNEWSLETTER N.47/2014
NEWS DAL 15 AL 21 DICEMBRE 2014

#NoTav #Processi

PROCESSO NOTAV: CLAUDIO, NICCOLÒ, MATTIA E CHIARA ASSOLTI DALL’ACCUSA DI “TERRORISMO” [6]

Claudio, Niccolò, Mattia e Chiara, i quattro attivisti No Tav sono stati assolti dall’accusa di “terrorismo”, _«perché il fatto non sussiste»_, ma ritenuti colpevoli di aver “sabotato” un compressore e tutti e 4 condanni a 3 anni e sei mesi e al pagamento di 5mila euro di multa

L’INFINITA PARTITA. ANALISI DELLA NUOVA ORDINANZA SUL TERRORISMO [7]

Un argomento delicato, molto tecnico e per certi tratti affronta due diverse visioni del mondo Processo No Tav – terrorismo: “Se vi sembra normale” (video accusa e difesa) [8] “

Se vi sembra NORMALE che in un PAESE occidentale, un cantiere debba essere tutelato e protetto da quel numero rilevante di forze di polizia e di forze militari che vi è stato indicato. Se quel cantiere debba essere circondato da una serie di reti, da filo spinato per evitare che venga attaccato. Per fare cosa? Per poter realizzare quell’opera.”

Non lo dicono i NO TAV, ma il PM Rinaudo, nella requisitoria al processo per “terrorismo” per i fatti del 13/14 maggio 2013. Un video con alcuni passaggi del PM Rinaudo, alternati alle risposte delle difese, che hanno preso la parola nell’udienza successiva.

La procura delle banane [9]

Sono anni che i pubblici ministeri Antonio Rinaudo e Andrea Paladino lavorano alacremente per seppellire in carcere chi, in Val Susa, resiste al progetto dell’alta velocità.

NO TAV. DOVE SONO FINITI I TERRORISTI? [10]

C’è un giudice a Torino! C’è voluto un anno, un anno – non dimentichiamolo – di carcere duro in condizioni di isolamento, un anno di massacro mediatico, un anno di repressione finanche delle idee di chi solidarizzava, un anno di assordante silenzio di gran parte dei giuristi e degli intellettuali.

NoTav: Marta assolta!!! [11]

Si è concluso il processo a carico di Marta per i fatti svoltisi in Val Clarea nella notte tra il 19 ed il 20 luglio 2013.

#LotteSociali #Studenti #jobsActs #ScioperoSociale

BOLOGNA: CONTESTARONO MINISTRO MADIA. ACCUSATI DI ASSOCIAZIONE A DELINQUERE [12]

Dopo il blitz dei collettivi impegnati nella campagna #Iononlavorogratis, la magistratura contesta il reato di associazione a delinquere per i compagni dei collettivi

MILANO: INIZIA IL PROCESSO PER LA “RISSA” ALLA STATALE [13]

ha inizio il processo a carico di Lorenzo detto Lollo e Simone in relazione alla presunta rissa alla Statale di MIlano

BRINDISI: STUDENTI SOSPESI E DENUNCIATI DOPO OCCUPAZIONE [14]

Gli studenti del ‘Salvemini’ vittimedi un gravissimo atto di repressione in seguito a un tentativo di occupazione: 8 giorni di sospensione e denuncia per il rappresentante d’istituto e altre due studentesse.

Padova: Perquisizioni sul #14N [15]

Le forze di polizia hanno perquisito alcune abitazioni di attivisti del Cso Pedro con la scusa di ricercare ulteriori prove per dimostrare la colpevolezza di chi ha deciso di essere in piazza il 14 novembre in occasione dello sciopero sociale.

#G8GENOVA #BOLZANETO

G8 Genova, ultimo schiaffo. Il ministero scrive ai torturati di Bolzaneto: «Forse vi paghiamo» [16] Rosanna Allueva oggi ha 34 anni, vive in Spagna e si è vista recapitare la comunicazione del Ministero cinque giorni fa. Le spiegavano che dei diecimila euro, di cui è in credito con lo Stato italiano dal 2008 per le torture subite nella caserma di Bolzaneto dopo il G8 di Genova, forse gliene arriveranno settemila

#MafiaCapitale #Neofascismo

L’inchiesta su Mafia Capitale si affaccia sul “Triangolo Nero” [17]

Nell’inchiesta su “Mafia capitale” stanno emergendo le connessioni tra gli affari del “Mondo di mezzo” e i circoli neofascisti del Triangolo Nero della Capitale (Parioli, Flaminio, Ponte Milvio). Dalle carte infatti spunta anche la società Boreale, il circolo sportivo in cui viveva come custode Daniele De Santis, il neofascista che a maggio partecipò all’attacco contro i tifosi del Napoli che portò alla morte di Ciro Esposito

#MALAPOLIZIA #PACCHETTISICUREZZA

Napoli: Follia poliziesca a mezzocannone! [18]

Una vera e propria dimostrazione di forza svolta con unico intento di far capire che di fronte alla divisa si deve solo stare zitti.

BOLOGNA: PUGNO DURO DEI VIGILI CONTRO AMBULANTI E SENZA TETTO [19]

Il comandante: “Stiamo lavorando con particolare aggressività”. Intanto la Cgil vorrebbe avere più soldi per aumentare gli sgomberi, mentre la Cisl invoca misure più dure contro i lavavetri. Dall’inizio di dicembre, nei fine settimana, la Polizia municipale di Bologna si e’ adoperata con “particolare aggressività” nel controllo del centro storico.

NAPOLI: VIGILANTE PRIVATO PUNTA LA PISTOLA CONTRO UNO STUDENTE DELL’ITIS RIGHI [20]

All’Itis Righi durante l’occupazione c’è stato un esempio della sempre più dura repressione: una guardia della vigilanza privata HA PRESO IN OSTAGGIO UN RAGAZZO PUNTANDOGLI LA PISTOLA CONTRO allo scopo di “placare” gli animi degli 800 ragazzi che in quel momento volevano semplicemente portare avanti una lotta del tutto legittima!

BLITZ ANTI-DROGA AD ALBA ADRIATICA, CARABINIERE UCCIDE UN TUNISINO [21]

Un brigadiere dei carabinieri, durante un’operazione anti­droga ad Alba Adriatica, ha sparato a un tunisino di 37 anni. L’ha colpito alla gamba destra, ha centrato in pieno l’arteria femorale e l’uomo è morto in pochi istanti.

#MIGRANTI #CIE #RAZZISMO

Chi si arricchisce (in maniera “legale”) sui Cie [22]

Il rischio è che la gestione passi tutta o quasi nelle mani di una società francese, la Gepsa. L’emergenzialismo non solo distrugge lo stato di diritto, ma è anche un grande giro di soldi.

NAPOLI: LE GUARDIE GIURATE DELL’OSPEDALE LE NEGANO IL PRONTO SOCCORSO, MUORE DONNA IMMIGRATA [23]

Una immigrata, trentenne. Le guardie giurate del pronto soccorso l’avrebbero cacciata via. E lei è morta dopo cinque ore in un altro ospedale.

#CARCERE

ANNO FINE CORAGGIO… MAI [24]

Una studentessa universitaria incontra Carmelo Musumeci al polo universitario del carcere di Padova. Dopo l’incontro Giulia scrive questa lettera

UN ERGASTOLANO SCRIVE A PAPA FRANCESCO “MI IMPEDISCONO DI INCONTRARTI…” [25]

“Non mi è neanche arrivata la risposta della magistratura di sorveglianza: mi sento zuppo di tristezza e di malinconia”. È quanto scrive in una lettera aperta, sul suo sito, a Papa Francesco l’ergastolano Carmelo Musumeci, che aveva richiesto alla magistratura la possibilità di partecipare oggi all’udienza che Jorge Mario Bergoglio concede alla comunità “Papa Giovanni XXIII”.

#ULTRAS #CALCIOPOPOLARE

SOSTENITORI DELL’AFRO-NAPOLI PORTATI IN COMMISSARIATO [26]

Una ventina di tifosi dell’Afro Napoli United si sono rifiutati di consegnare i documenti d’identità alle forze dell’ordine per entrare allo stadio. Uno di questi ora è stato portato in commissariato a Mugnano.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud