Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Newsletter Medicina Democratica

Postato il 25 Febbraio 2020 | in Sicurezza sul lavoro | da

Da Medicina Democratica segreteria@medicinademocratica.org

INDICE

– “C’è un giudice a Berlino” (per la Thyssen)

– Il solito pasticcio normativo che riduce la tutela dei lavoratori: l’interpello 1/2020

– Infortunio mortale alla M4 di Milano, i lavoratori contestano il servizio di prevenzione pubblico

– Save the date: 22 febbraio 2020, Caffaro Brescia

– Le persone con lesioni spinali non sono rifiuti e non devono essere rifiutate

– Un passo in avanti a favore dei malati di mesotelioma

– Morire di amianto: un dramma prevedibile, una strage prevenibile

– La salute fra diritti e mercato: Milano 04/04/20

– Solidarietà contro le censure: il position paper amianto della SIML va discusso

***************

Forum di discussione per contattarci discutere e proporre argomenti:

http://www.medicinademocratica.org/phpBB3

Aiuta Medicina Democratica Onlus devolvendo il tuo 5 per mille firmando nella tua dichiarazione dei redditi nel settore volontariato e indicando il codice fiscale 97349700159

Sito web:

www.medicinademocratica.org

Facebook:

www.facebook.com/MedicinaDemocratica

***************

“C’E’ UN GIUDICE A BERLINO” (PER LA THYSSEN)

5 febbraio 2020

Anche se il giudice in questione è a Essen e non a Berlino la notizia che la pena per i dirigenti tedeschi della Thyssen Krupp giudicati colpevoli delle condizioni di lavoro che hanno determinato la morte di 6 lavoratori nell’impianto torinese il 06/12/07, è positiva anche se non può far tornare in vita le vittime.

Medicina Democratica è stata parte civile in tutti i gradi del processo che ha riconosciuto le responsabilità dei dirigenti locali italiani e (caso raro) anche di quelli “centrali”, tedeschi, che da anni contestano la sentenza e si rifiutano di scontare la pena in Italia, senza alcun giubilo perché il carcere non è augurabile a nessuno, la sconteranno in Germania se questa sentenza farà il suo corso.

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

IL SOLITO PASTICCIO NORMATIVO CHE RIDUCE LA TUTELA DEI LAVORATORI: L’INTERPELLO 1/2020

7 febbraio 2020

LA BANALITA’ DELL’INCOMPETENZA GENERA INSICUREZZA E TUTELE RIDOTTE PER I LAVORATORI

L’interpello è un istituto previsto dal testo unico sulla sicurezza sul lavoro e ha la funzione di fornire delle interpretazioni in merito alla applicazione delle norme, in pratica una commissione presso il Ministero del Lavoro accoglie quesiti dalle parti sociali e fornisce una risposta interpretativa “autentica” sulla quale poi anche gli organi di vigilanza devono orientarsi nella azione quotidiana.

Il tutto per velocizzare ed evitare la continua necessità di revisioni del testo normativo sulla sicurezza alquanto complesso e modificato infinite volte dal 2008.

Finora la commissione ha svolto un buon lavoro soprattutto per fermare interpretazioni “di comodo” che singole lobbies hanno cercato di far passare per gli interessi dei propri “associati”.

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

INFORTUNIO MORTALE ALLA M4 DI MILANO, I LAVORATORI CONTESTANO IL SERVIZIO DI PREVENZIONE PUBBLICO

8 febbraio 2020

LA SOLITUDINE DEI LAVORATORI E DEGLI OPERATORI DELLA PREVENZIONE

L’infortunio mortale occorso a Raffaele Ielpo nel cantiere M4 di Milano (13/01/20) ha fatto arrivare ai media le proteste dei lavoratori tra cui questa: “I dirigenti (e quindi poi gli operai) sanno quando arriverà un controllo sulla sicurezza nei vari cantieri da parte dei funzionari di ATS (Agenzia per la Tutela della Salute). I capi ce lo dicono al mattino, o prima del turno, così trovano tutto sistemato e perfetto”.

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

SAVE THE DATE: 22 FEBBRAIO 2020, CAFFARO, BRESCIA

14 febbraio 2020

Che sia la volta buona?

Il Piano Operativo di Bonifica del sito industriale Caffaro di Brescia (per le aree esterne si vedrà…) è in fase di discussione da parte delle istituzioni.

Per questo è importante essere informati e discuterne tra cittadini, comitati e associazioni.

SABATO 22 FEBBRAIO DALLE 14:30 ALLE 18:30 PRESSO

L’ISTITUTO VITTORIA RAZZETTI IN VIA MILANO 30 A BRESCIA

Programma:

ore 14:30 proiezione in prima nazionale del documentario inchiesta di Rosy Battaglia su sei anni di lotte civiche e civili contro l’inquinamento a Brescia “Io non faccio finta di niente”.

ore 16:00 Marino Ruzzenenti, Lo stato dell’arte e le mancate bonifiche del SIN.

ore 16:20 Marco Caldiroli, Analisi critica del POB per lo stabilimento.

ore 16:50 Basta Veleni, Le richieste del popolo inquinato.

ore 17:10 Veronica Gaffuri, I diritti del “popolo inquinato” alla bonifica e al risarcimento

ore 17:30 Dibattito e chiusura entro le 18:30

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

LE PERSONE CON LESIONI SPINALI NON SONO RIFIUTI E NON DEVONO ESSERE RIFIUTATE

14 febbraio 2020

Milano, 14 febbraio 2020

COMUNICATO STAMPA

Mai più “rifiuti” di persone con lesioni spinali acute! “Salvare” le Unità Spinali della Lombardia, ridurre gli assurdi tempi di attesa per qualunque bisogno sanitario-riabilitativo, con aumento dei posti letto e del personale e adeguamento strutture riabilitative: queste le richieste del Coordinamento Regionale per le Unità Spinali al Seminario di oggi su “Presa in carico e gestione della Persona con Lesione al Midollo Spinale in Regione Lombardia: stato dell’arte”.

All’Unità Spinale di Niguarda nel 2018 sono state rifiutate 35 persone con lesioni traumatiche in fase acuta per carenza dei posti di degenza, un dato allarmante e inaccettabile, dovuto alla situazione di grande criticità del Niguarda per la riduzione dei posti letto, per carenza di personale medico, infermieristico e tecnico riabilitativo.

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

UN PASSO IN AVANTI A FAVORE DEI MALATI DI MESOTELIOMA

16 febbraio 2020

Riceviamo da AIEA e rilanciamo.

Roma, 15 febbraio 2020

COMUNICATO STAMPA

Soddisfazione di Maura Crudeli, presidente nazionale AIEA per l’emendamento al Decreto Milleproroghe dell’onorevole Debora Serracchiani che mette 4.000.000 di euro a disposizione dei malati di mesotelioma e dei loro eredi e porta da 5.600 euro a 10.000 il contributo una tantum

“Finalmente un po’ di giustizia per i malati di mesotelioma non professionali! Esprimiamo grande soddisfazione per l’emendamento dell’onorevole Debora Serracchiani al Decreto Milleproroghe, che consentirà di aumentare da € 5.600 a € 10.000 il contributo una tantum per loro e per gli eredi!”

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

MORIRE DI AMIANTO: UN DRAMMA PREVEDIBILE, UNA STRAGE PREVENIBILE

16 febbraio 2020

Estratto dal sito Internet della Società Nazionale degli Operatori della Prevenzione – SNOP:

https://www.snop.it/index.php?option=com_content&view=article&id=959:morire-di-amianto-un-dramma-prevedibile-una-strage-prevenibile&catid=39:notizie-prevenzione-e-lavoro

Un libro di Pietro Gino Barbieri

C’è ancora qualcosa da dire sull’epidemia delle malattie da amianto in Italia? In apparenza ci si potrebbe sorprendere che… ancora sì.

Tanto che correntemente si conducono e si pubblicano studi epidemiologici che analizzano la distribuzione spaziale e di genere dei mesoteliomi maligni, approfondiscono le relazioni dose-risposta tra esposizione ad amianto e insorgenza di neoplasie di varie tipologie e sedi, proiettano ulteriori luci verso una stima dei rischi per il futuro.

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

LA SALUTE FRA DIRITTI E MERCATO – MILANO 04/04/20

18 febbraio 2020

In occasione della Giornata Mondiale della Salute e della Giornata europea contro la commercializzazione della salute.

Il Gruppo Consigliare Milano in Comune con Medicina Democratica e “37e2”, la trasmissione sulla salute di Radio Popolare, organizzano l’incontro pubblico:

“LA SALUTE FRA DIRITTI E MERCATO”

Sabato 4 aprile 2020

h. 9,00 – 18,30

Sala Alessi, Palazzo Marino, piazza della Scala, Milano

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

SOLIDARIETA’ CONTRO LE CENSURE: IL POSITION PAPER AMIANTO DELLA SIML VA DISCUSSO

21 febbraio 2020

Lo avevamo già detto in occasione di un nostro convegno:

e lo ribadiamo in questa occasione, il position paper della Società Italiana di Medicina del Lavoro (SIML) contiene tali e tante inesattezza e dichiarazioni non fondate e fuorvianti (soprattutto in sede processuale) che necessita di una revisione rigorosa, indipendente e non di censure a chi cerca di mantenere il dibattito (anche) scientifico sulla questione a un livello rispettoso delle vittime (esposti) da amianto.

Di seguito un comunicato sul tema in solidarietà a chi, come Medicina Democratica, non vuole tacere e contesta nel merito e nel metodo il contenuto del documento del SIML

Leggi tutto all’indirizzo:

***************

Forum di discussione per contattarci discutere e proporre argomenti:

http://www.medicinademocratica.org/phpBB3

Aiuta Medicina Democratica Onlus devolvendo il tuo 5 per mille firmando nella tua dichiarazione dei redditi nel settore volontariato e indicando il codice fiscale 97349700159

Sito web:

www.medicinademocratica.org

Facebook:

www.facebook.com/MedicinaDemocratica

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

I COBAS della Scuola aderiscono
allo sciopero di
venerdì 14 Febbraio

Tag Cloud