Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Marchionne cancella Fiat e se ne va dall’Italia. Fiom: “Governo muto e inerte”

Postato il 5 Agosto 2014 | in Italia, Scenari Politico-Sociali | da

L’assemblea straordinaria dei soci della Fiat ha approvato oggi la fusione Fiat Chrysler. A maggioranza, con 551.887.581 voti a favore, è nata ufficialmente la Fca (Fiat Chrysler Automobiles), la holding che gestirà le varie attività. Il titolo sara’ quotato a ottobre sul New York Stock Exchange, ma anche sul mercato telematico di Milano.

Dopo 115 anni di vita, come si legge in un comunicato della Fiom, è stata “definitivamente sancita l’uscita del Gruppo dal nostro Paese. Il tutto, nel solito silenzio assordante della politica”. Insomma, sembra che non sia un problema per il nostro Paese, già a rischio deindustrializzazione, essere ridotto a succursale della casa automobilistica, mentre le decisioni vengono assunte a Detroit, le tasse pagate all’estero, la produzione negli stabilimenti italiani sempre più alleggerita. ”Produrre in Italia è meno attraente rispetto ad altri paesì”, dice Sergio Marchionne rispondendo a un azionista durante l’assemblea.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:
http://www.controlacrisi.org/notizia/Economia/2014/8/1/41818-marchionne-cancella-fiat-e-se-ne-va-dallitalia-fiom-governo/

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud