Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Lettera aperta al personale Apes di Pisa

Postato il 28 Ottobre 2014 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

Il primo effetto della iniziativa dei Cobas? Si sono svegliati anche Cgil Cisl Uil

apes-pisaArticoli sui giornali e sui blog, tre lettere ai consiglieri comunali e al sindaco hanno smosso le acque a lungo stagnanti attorno ad Apes.
Cgil cisl Uil, dopo mesi di letargo, si sono ricordati che i \le 33 dipendenti di apes sono i\le soli\e a livello nazionale a non avere percepito gli aumenti contrattuali, soli ad avere pagato in termini di trattamenti di peggior favore (da quando le società controllate sono sottoposte alle stesse regole vigenti nella Pubblica amministrazione) senza vedere neppure un euro di aumento di un contratto siglato con anni di ritardo e una vistosa perdita di potere contrattuale

Ci sembra evidente che una presa di posizione sarebbe stata necessaria e doverosa già da tempo ma ormai è abitudine che il sindacato prima di muoversi si accerti di non collidere con i centri di potere economico e politico e quando lo fa è alla costante ricerca di qualche compromesso e accordo al ribasso

La nostra richiesta di audizione in commissione consiliare è ferma come  del resto altre, da mesi ormai anche lo strumento democratico di denunciare nei consigli comunale la gestione dei servizi e del personale comunale e delle aziende partecipate  stride con la volontà del sindaco di tacitare i problemi per acquistare visibilità mediatica solo e quando sia politicamente conveniente (per lui e la sua casta)

Siamo disposti a una manifestazione davanti al consiglio comunale, chiediamo la disponibilità anche a cgil cisl uil perché alle parole seguano fatti concreti . Crediamo non bastino delle lettere, ora vogliamo che gli aumenti siano erogati entro e non oltre il 2014 perchè al danno non segua la beffa .

I Cobas ci sono, gli altri??

Dai forza ai Cobas

partecipa allo sciopero generale del 14 novembre 

Cobas Pubblico Impiego Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud