Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

La Ericsson cede un ramo d’azienda alla Jabil, ma i conti non tornano

Postato il 7 Febbraio 2015 | in Italia, Lavoro Privato, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

ericssonSciopero spontaneo ed improvviso, questa è stata la risposta dei lavoratori e delle lavoratrici dello stabilimento dell’Ericsson di Marcianise quando Martedì scorso è stata comunicata la notizia ai sindacati della cessione di un ramo produttivo.

L’intendo dunque è quello di giungere ad un accordo per la vendita in outsourcing delle attività Opto Supply della Ericsson, in cui oggi sono attivi 435 unità lavorative, alla multinazionale americana Jabil Circuit.
Certo non è stata questa sola notizia di cessione a far surriscaldare gli animi dei lavoratori, dal momento che la maggior parte dei lavoratori hanno già vissuto sulla loro pelle le conseguenze di un trasferimento aziendale quando nel 2006 la Ericsson decise di allungare le radici nella zona industriale del casertano ed acquistare la produzione ed il know-how della ditta Marconi.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://clashcityworkers.org/lotte/cosa-si-muove/1846-caserta-ericsson-jabil.html

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud