Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Jobs Act, Unipol anticipa la riforma del lavoro e vara il “contratto di stabilità”

Postato il 4 Gennaio 2015 | in Italia, Lavoro Privato, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

cimbriIl sindacato degli assicurativi: “L’accordo ha il suono tetro del rinnegamento di un’intera e gloriosa storia di tutela dei lavoratori, dal momento che a patrocinarlo è proprio la compagnia simbolo storico delle Cooperative rosse e delle loro battaglie sociali”

“Ha visto la luce il primo accordo di categoria che recepisce appieno filosofia e contenuti del Jobs Act“. Il segretario nazionale del Sindacato Nazionale Funzionari Imprese Assicuratrici, Marino D’Angelo, ha così bollato l’accordo separato sottoscritto nella notte di martedì tra UnipolSai e le sigle assicurative di Cgil, Cisl e Uil per l’uscita anticipata di 321 lavoratori dal gruppo delle coop a un anno dal cosiddetto salvataggio di Fondiaria Sai. La firma dell’intesa secondo D’Angleo “sposta il calendario indietro di 40 anni, cancellando con un colpo di spugna conquiste frutto dei sacrifici di migliaia di lavoratori”. Il sindacalista parla di “un atto ancora più incomprensibile poiché consumato a distanza di pochi giorni dal riuscito sciopero generale cui hanno aderito con convinzione anche i lavoratori assicurativi” e ricorda che la firma da parte dei sindacati “sancisce il prepensionamento di 321 lavoratori in esubero di UnipolSai, a fronte di 150 nuove assunzioni di giovani, che verranno inquadrati con un contratto ambiguamente definito di stabilità.

Leghgi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/31/jobs-act-unipol-anticipa-riforma-vara-contratto-stabilita/1307625/

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud