Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Jobs act, i lavoratori degli appalti: «Saremo tutti i più ricattabili»

Postato il 24 Marzo 2015 | in Italia, Lavoro Privato, Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato | da

NormaleLa riforma del lavoro favorisce l’assunzione di lavoratori qualificati, indispensabili per un’azienda. Eppure è destinata a fallire laddove uno Statuto dei lavoratori sarebbe necessario: nella tutela dei più deboli. Negli appalti si rischia l’eterno ritorno della figura del neoassunto. L’allarme di Maurizio Landini: «Senza Statuto dei lavoratori tra il 1947 al 1968 furono licenziate per motivi di discriminazione politica 548mila persone».

Neoassunti con un decennio di servizio. Arianna lavora da 14 anni nell’appalto delle pulizie dell’Ospedale di Cisanello a Pisa, con un contratto a tempo indeterminato. Si considera una “fortunata”: con un orario full time di 8 ore giornaliere riesce a portare a casa circa mille euro mensili. Un tesoro rispetto a Maria, «bimbetta» di 55 anni, pulitrice all’azienda ospedaliera da circa 13 primavere, ma che con un contratto a tempo parziale di 4 ore guadagna appena 580 euro. «Io per fortuna ho mio marito – racconta – ma ci sono delle colleghe single con contratti di 3-4 ore che prendono tra i 400 e i 500 euro. Per fare gli straordinari c’è la guerra tra poveri. Le colleghe restano in ospedale oltre il loro turno, nella speranza di raccattare qualche ora in più».

Arianna e Maria sono due nomi di fantasia per proteggere l’identità delle lavoratrici più ricattabili: quelle degli appalti. Lavoratrici che, a causa del jobs act, al prossimo cambio di gestione, potrebbero comporre il paradosso più curioso di questa legge: la figura delle neoassunte con alle spalle oltre un decennio di servizio. «Nel 2016 – racconta Arianna – il nostro appalto andrà in scadenza. Se dovesse subentrare una nuova società i nostri diritti saranno rivisti al ribasso». Anche se l’azienda rispettasse la “clausola sociale” – quella che obbliga la società che subentra in un appalto a riassumere i dipendenti della precedente –  presente nel contratto Multiservizi, allo stato attuale, verrebbero ingaggiate con un contratto a tutele crescenti.

Leggi tutto l’articolo al seguente indirizzo:

http://iltirreno.gelocal.it/italia-mondo/2015/03/23/news/jobs-act-i-lavoratori-degli-appalti-saremo-tutti-i-piu-ricattabili-1.11102483?fsp=2.3360

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Archivi

Tag Cloud