Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Irruzione nel villaggio di Ein Hijleh

Postato il 10 Febbraio 2014 | in Mondo, Scenari Politico-Sociali | da

Comunicato stampa

Venerdì 7 febbraio 2014

Tratto da http://www.intifada-palestine.com/2014/02/israeli-occupation-raid-evict-palestinians-ein-hijleh/

 

Centinaia di forze israeliane hanno fatto irruzione nel villaggio di Ein Hijleh, nella Valle del Giordano, tutti i suoi residenti sono stati violentemente sfrattati intorno 01:30 e il villaggio è stato dichiarato zona militare chiusa. Si stima che nel paese ci fossero tra i 200 e i 250 palestinesi al momento dello sfratto.

35 palestinesi sono stati feriti e portati all’ospedale di Gerico dopo lo sfratto. Al momento del raid le forze israeliane hanno sparato grandi quantità di bombe sonore per disperdere la folla che si era riunita al centro del villaggio e molte donne e bambini sono stati cacciati dalle case e dalle tende dove stavano dormendo.

Le forze israeliane hanno attaccato i residenti di Ein Hijleh picchiandoli, prendendoli a calci e spingendoli a terra e verso il fuoco.

Gli abitanti del villaggio, dopo lo sgombero, sono stati trasferiti con autobus militari dell’occupazione israeliane e sul bus sono stati derisi ed umiliati dai soldati. I residenti di Ein Hijleh sono stai trasferiti all’ingresso di Gerico e qui sono stati ricevuti dalle forze di sicurezza palestinesi e portati al centro della città di Gerico.

Al momento dell’attacco le forze israeliane hanno attaccato anche squadre mediche e giornalisti tra cui un cameraman dalla Palestine TV che è stato spinto giù da un tetto, mentre uno dei medici della squadra di soccorso è stato colpito al petto da un colpo di fucile.

Diversi palestinesi sono stati arrestati al momento dell’attacco e sono stati rilasciati dopo l’ingresso a Gerico.

L’attivista del comitato di lotta popolare di AlMasara, Mahmoud Zawahreh, ha detto che gli attivisti sono riusciti a far rivivere il paese e, anche se sono stati sfrattati da Ein Hijleh, l’occupazione israeliana non è riuscito a cancellareil grande lavoro svolto dai cuori e dalle menti dei residenti di Ein Hijleh.

L’attivista dalla lotta popolare dal campo profughi di Aida a Betlemme, Monther Amira, ha detto che lo sfratto non porrà fine al lavoro degli attivisti nella Valle del Giordano ed ha aggiunto, “noi continueremo con la nostra campagna Melh Alard (sale della terra); la rinascita del villaggio è stato solo l’inizio del nostro lavoro nella Valle del Giordano, continueremo le nostre attività e rimarremo per continuare ad essere il sale di questa terra che si batte contro le politiche israeliane in tutta la terre palestinesi e in particolare contro la giudaizzazione e l’annessione della Valle del Giordano.

Elenco dei feriti ricoverati all’ospedale di Jericho:

1. Badea Dwaik 41 years
2. Mohammad Musa Daâajneh 25 years
3. Mohammad AbdelKarim AlKhatib 25 years
4. Abdel Majeed Omar 22 years
5. Mohammad Naeâm Hasan 29
6. Maher Taher Samara 29 years
7. Mohammad Saeed Abu Gharbieh 19 years
8. Baha Jalal Tamimi 26 years
9. Ziad Abu Ein 54 years
10. Ramzi Mohammad Abu Saâda 30 years
11. Abdel Majeed Bassam Omar 22 years
12.Maher Nayef Saleh 47 years
13.Murad Mohammad Omar 25 years
14.Sami Ahmad Di’es 25 years
15. Mahmoud Ahmad Ismail 29 years
16.Marwa Jihad Samhan 23 years
17. Waed Basem Tamimi 17 years
18.Ashira Ali Ramadan 29 years
19.Mahmoud Naser 21 years
20.Nibal Mohamad Abd Rabu 24 years
21.Fadi Methqal AlJayousi 34 years (Palestine TV cameraman)
22.Suhaib Rafeâ Sawafta 22 years
23 Maeen Jamal Daraghmeh 25 years
24.Ahmad Daraghmeh 21 years
25.Mohannad Abdel Fatah 23 years
26.Anas Mahmoud Zghaiar 18 years
27.Karam Akram Zghaiar 23 years
28.Alaâ  Zghaiar 25 years
29 Hasan Othman Faraj 33 years
30.Hamza Hasan Jawabreh 20 years
31.Osama Hasan Naâamreh 20 years
32.Islam Saleh Tamimi 18 years

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Tag Cloud