Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Il Governo Renzi non proroga il blocco degli sfratti e la regione Toscana licenzia la peggiore legge regionale sulla casa

Postato il 9 Gennaio 2015 | in Italia, Scenari Politico-Sociali, Territori | da

Legge_casaIl decreto ‘milleproroghe’ ha un elemento di novità che nessuno di noi avrebbe voluto vedere: nessuna proroga del blocco sugli sfratti.

Non sappiamo ancora quale sia l’alternativa alla proroga del blocco degli sfratti, siamo convinti che questo scatenerà tensioni e conflitti. Da parte nostra non abbiamo dubbi a scegliere la via dei picchetti a sostegno del diritto all’abitare

I fondi destinati al sostegno degli affitti e per far fronte sono insufficienti, stesso discorso vale per la ristrutturazione delle case popolari per le quali si prevedono stanziamenti di 400 milioni

Stando alle prime decisioni non c’è da stare tranquilli: fondi insufficienti, ripresa degli sfratti e assenza di un progetto serio e credibile per il sostegno all’abitare.

Ancora una volta il Governo Renzi risponde solo agli interessi delle banche ma la Regione Toscana sta per fare, ammesso che sia possibile, ancora peggio con aumento dei canoni di locazione Erp, annullamento dei punteggi derivanti dallo sfratto per morosità incolpevole che permettevano a numerose famiglie di raggiungere i requisiti per un alloggio,fino ad escludere gli occupanti di casa dal diritto ad un alloggio, sulla falsariga di quanto deciso dal decreto Lupi che in barba alla costituzione negava la residenza agli occupanti.

Si sta preparando una autentica carneficina sociale sulla pelle delle classi sociali meno abbienti, per questo occorre una mobilitazione che investa direttamente la società civile, il sindacato e le realtà sociali perchè non sono in gioco solo i diritti dell’abitare ma si prepara lo smantellamento di quanto resta dello stato sociale a favore della lobby dei costruttori \speculatori.

Confederazione Cobas Pisa

per il Cobas

Federico Giusti

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud