Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I tagli alla società della salute cancelleranno progetti e posti di lavoro?

Postato il 30 Marzo 2016 | in Lavoro Pubblico, Scenari Politico-Sociali, Sindacato, Territori | da

sdsCome avvengono i tagli? Alcuni file utile per capire dove si tagliano fondi e progetti. I dati non ingannano

https://docs.google.com/spreadsheets/d/1O8lKRwVpp09pSqOv4AqkWPIkIQNIfzacn7ZjQtwfnFE/edit#gid=149286202

https://sites.google.com/site/operatorisocialipisani/

https://www.facebook.com/Operatori-Sociali-Pisani-669610779848123/

Non ci rassicurano le dichiarazioni dell’assessora Capuzzi perché nel recente passato la riduzione dei fondi destinati ai progetti sociali (per esempio quelli relativi alla riduzione del danno) si sono tramutati in perdita di ore contrattuali,  riduzione dei progetti e minori posti di lavoro. La logica dimostra che riducendo i progetti e i fondi ad essi destinati ci sarà bisogno di meno personale, ergo come è possibile asserire che nessun posto di lavoro sarà a rischio?

I file iniziali sono utili per capire cosa sta accadendo alla società della salute e conferma quanto i cobas dichiararono a fine 2015 annunciando tagli

Un bel lavoro, quello fatto dagli operatori sociali che al pari della utenza vengono duramente colpiti dai tagli della società della salute decisi con la Deliberazione dell’Assemblea dei Soci  n. 4 del 7 marzo scorso ‘1° Variazione bilancio di previsione SdS pisana anno 2016.

Ma quali sono i motivi di questi tagli perché tagli sono e vanno chiamati con il loro nome senza giri di parole

–  mancati finanziamenti dei comuni e soprattutto, in grandissima parte, per i mancati finanziamenti dello stato

Da mesi si parlava dei tagli, almeno da dicembre quando nel bilancio preventivo della sds pisana era previsto un taglio di quasi 900 mila euro, anche in quella occasione le smentite sono state armi di distrazioni di massa per occultare la realtà.

Dalla documentazione si capisce poi che  gran parte delle cooperative non hanno neppure adeguato i contratti e i salari che da anni restano sempre gli stessi, neppure gli adeguamenti istat. Quindi la società della salute non adegua i contratti delle cooperative che a loro volta continuano ad erogare servizi con personale quasi tutto con contratti part time e senza aumenti contrattuali.

una situazione che si commenta da sola, gli appalti o gli affidamenti dovrebbero per legge prevedere un margine per  la copertura dell’adeguamento istat dei salari e dei rinnovi contrattuali.

Non sappiamo quale sia la intenzione dell’amministrazione comunale di Pisa rispetto alla Regione Toscana e al Governo che debbono rispettare gli impegni assunti (per esempio sul sociale e sulla emergenza abitativa), di certo oggi le amministrazioni locali stanno diventando gli esattori di un sistema malato costruito su appalti e affidamenti al ribasso, sul taglio di progetti di riduzione del danno, di educazione e assistenza ai minori

I tagli al sociale sono figli delle  stesse politiche di annientamento del welfare che stanno portando alla feroce riduzione dei servizi sanitari

Nel dettaglio trovate tutti i numeri e potrete farvi una idea precisa. Da parte nostra sostegno agli operatori sociali, certi che questi tagli siano un problema di tutti\e, della cittadinanza intera, tagli che rappresentano non solo una concreta minaccia a innumerevoli posti di lavoro ma rischiano di cancellare una esperienza significativa a sostegno di disabili, minori, migranti , famiglie meno abbienti ed emarginati.

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Giovedì 6 maggio 2021 ore 10 manifestazione a Firenze in via Mannelli

Giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00 assemblea No-INVALSI

Tag Cloud