Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I Cobas scrivono alla delegazione trattante di parte pubblica del Comune di Pisa

Postato il 30 Luglio 2014 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

In questi giorni all’interno della amministrazione si va discutendo della mobilità interna.

Le organizzazioni sindacali e la rsu sono disinformate scientemente dall’amministrazione e dall’ufficio personale, se cio’ non fosse saremmo al corrente della nota del comandante inerente la mobilità interna, argomento su cui la parte pubblica afferma da tempo di volere una posizione condivisa ai tavoli di trattativa salvo poi assentarsi, a partire dall’assessore al personale, al momento della discussione.

Allo stato attuale tre agenti della Pm dovrebbero essere destinate ad altro ufficio senza che siano stati preventivamente discussi e concordati i criteri di queste mobilità.

A queste unità mancanti bisogna poi aggiunhre almeno due maternità e fatti alcuni conti gli organici della Pm avranno presto bisogno di ben 5 inserimenti.

Come ricoprire i vuoti di organico e soprattutto cosa si aspetta a discutere nel merito e nel metodo delle questioni?

Recenti sentenze hanno dimostrato che è possibile fare ricorso alla mobilità esterna e dallo scorrimento delle graduatorie concorsuali ancora vigenti, le due soluzioni non sono in antitesi e possono integrarsi.

Sempre recentemente sono stati rimossi alcuni vincoli in materia di assunzione, vincoli vigenti negli ultimi anni.

Sarebbe opportuno richiedere delle assunzioni a copertura del posto vacante per 3 persone (quindi fino ad un massimo di tre anni) e la copertura delle due maternità.

Avere un rinnovo fino al 31 / 12 / 2014 sarebbe una soluzione condivisibile, ma se i posti non sono coperti per il 1 Gennaio 2015 ci ritroveremo da capo ed anzi peggio. Naturalmente nei limiti delle possibilità assunzionali 2014 e 2015 sarebbe auspicabile utilizzare la graduatoria.

Alla luce di queste considerazioni si chiede la immediata convocazione di un tavolo sindacale.

Cobas Comune di Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Tag Cloud