Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

I Cobas al Sindaco: chiarezza sugli appalti e sui controlli interni

Postato il 30 Novembre 2015 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

FasciaSindaco-300x225Da tempo chiediamo un monitoraggio sugli enti pubblici, chi sta a capo del Comune e della Provincia dovrebbe provvedere direttamente, a cominciare dagli affidamenti diretti per scongiurare l’aggiudicazione sempre alle stesse ditte. Chi vigiila sulle gare? E i tempi delle gare sono adeguate perchè possano partecipare tutte le ditte interessate?

E’ ormai di moda l’aggiudicazione alla offerta economicamente piu’ vantaggiosa che poi spesso e volentieri, con artifizi vari, coincide con quella al ribasso

Una offerta vantaggiosa dovrebbe tenere conto di numerosi indicatori soprattutto laddove l’offerta economica ha un peso eccessivo rispetto agli altri elementi di valutazione dell’offerta

E Poi chi vigilerà perché la ditta vincitrice non applichi il contratto economicamente piu’ vantaggioso per la ditta ma meno vantaggioso per i lavoratori?

L’analisi dettagliata della prestazione puo’ essere valutata solo sulla offerta o invece, come da noi richiesto, avrebbe bisogno di controlli e monitoraggi costanti, soprattutto nella fase di esecuzione del contratto, non ultimo verificare il numero degli organici, le ore assegnate a ciascun lavoratore, gli strumenti di lavoro ed il rispetto di quanto evidenziato con “effetti speciali” al momento di presentazione dell’offerta?

Basta presentare un bel progetto o bisognerebbe valutare la sua effettiva realizzazione senza dimenticare la salvaguardia delle condizioni retributive e lavorative?

La qualità sbandierata nella offerta economicamente vantaggiosa non sarà un corollario per celare di nuovo il massimo ribasso?

Da anni chiediamo di verificare la convenienza della gestione esternalizzata di numerosi servizi, questa comparazione non è mai stata fatta dagli uffici pubblici che ormai lavorano solo per esternalizzare servizi.

Quando scoppia lo scandalo, come nel caso delle fideiussioni, si cerca il solito capro espiatorio, ma i controlli e le verifiche perchè non avvengono con largo anticipo? E i dirigenti che solitamente si affidano alle trattative dirette o alle gare inserite all’ultimo momento sul mercato elettronico perchè non sono richiamati al rispetto delle normative?

Partiamo allora dagli appalti comunali in fase di rinnovo e affrontiamo nel dettaglio alcune criticità, facciamolo prima di bandire le gare, rinunciamo ad applicare nei cambi di appalto il contratto a tutele crescenti, vogliamo trasparenza, equità, rispetto delle condizioni retributive dei lavoratori e un controllo reale del Sindaco sugli uffici e sui dirigenti

Il sindaco virtuale che fugge sempre dal confronto ci dia risposte

Cobas Pubblico Impiego Pisa

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

Rosa Maria deve tornare immediatamente a scuola

Presidio di solidarietà giovedì  23 Maggio a partire dalle  ore 16:30 USP Pisa Via Pascoli, 8

Per info e adesioni: tel 050563083

cobas.scuola.pisa@gmail.com

Commenti recenti

    Tag Cloud