Un torto subito da un lavoratore è un torto fatto a tutti (IWW)

Guerra tra poveri in Provincia

Postato il 21 Marzo 2013 | in Lavoro Pubblico, Sindacato | da

Al Presidente

All’Assessore al Lavoro

Al Direttore Generale

Al Dirigente dott.ssa Donadel

Al Funzionario Dott.ssa Dini

Al Funzionario Dott. Crupi

Fermiamo la guerra tra poveri

I Cobas del pubblico Impiego si associano alla richiesta della Rsu della Provincia che ha invocato attenzione e interventi immediati a tutela della salute e sicurezza degli addetti al front office che operano nei centri per l’Impiego.

Non pensiamo che la presenza di agenti di polizia Provinciale sia la soluzione idonea a risolvere il problema, del resto alla crisi sociale non si risponde con la militarizzazione degli uffici o la chiusura dei palazzi come ormai sovente accade in occasione delle manifestazioni studentesche e sindacali.

Ma il problema è serio e va affrontato.

E’ di pochi giorni fa una dichiarazione sconcertante degli amministratori comunali e provinciali secondo i quali le aziende private non prenderebbero in considerazione da tempo le richieste e le indicazioni per la ricollocazione di disoccupati e di lavoratori in mobilità a dimostrazione che le grandi aziende che stanno per arrivare sul nostro territorio privilegeranno contratti precari, partite iva, lavori a prestazioni che risultano per loro più convenienti anche se non garantiscono salari e occupazioni stabili.

I Cobas chiedono la installazione di pannelli resistenti a tutela dei lavoratori sempre più vittime di una utenza vittima dei ritardi burocratici, di una macchina del fisco che lascia libertà di azione ai grandi evasori ma non dà tregua a quanti commettono piccole infrazioni.

Le Amministrazioni pubbliche sovente vogliono vendere una immagine di rapporto diretto con il cittadino dimenticando che ai cittadini le informazioni le debbono fornire i lavoratori a rappresentare le inefficienze dei servizi pubblici vittime di tagli, carenze di personale e prive di risposte da fornire soprattutto in tempi nei quali si vanno dismettendo i servizi delle Province senza costruire una alternativa seria e credibile. Evitiamo allora la guerra tra poveri e l’invito ai disoccupati è di non prendersela con altri lavoratori.

COBAS PUBBLICO IMPIEGO

   Invia l'articolo in formato PDF   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AVVISI IMPORTANTI

Appuntamenti

26 marzo 2021

sciopero Cobas Scuola

presidio a Pisa

piazza XX settembre ore 10:00

Tag Cloud